Crea sito

Stile di vita attivo e alimentazione bilanciata

Stile di vita attivo e alimentazione bilanciata sono i fondamenti per una vita sana, equilibrata, migliore sotto ogni punto di vista.

Stile di vita attivo e alimentazione bilanciata

Sono molti gli studi che mettono in evidenza la connessione che esiste tra lo stile di vita, una dieta più attenta e appropriata e la prevenzione, per una vita più sana e serena.

Chi fa sport con una certa regolarità e con costanza, almeno mezz’ora al giorno, conducendo uno stile di vita attivo abbassa il rischio di ammalarsi di patologie gravi come cardio-patologie, cancro e diabete.

Effetti Benefici dell’attività fisica

E’ una certezza che fare sport o comunque una attività fisica, anche in modo leggero, ha effetti benefici sull’organismo: migliorano le attività circolatorie, quelle cardiovascolari, fa diminuire la pressione arteriosa; anche l’attività respiratoria migliora, i polmoni si espandono, aumenta la ventilazione; l’organismo si regolarizza e si raggiunge con facilità il peso forma.

Lo sport fa migliorare tutte le funzioni del nostro organismo, ma non aiuta solo il corpo ma anche la mente. Infatti quando si è in attività ci si sente meglio. Si è dimostrato scientificamente che l’attività fisica stimola la produzione di endorfina, l’ormone della felicità; si è dimostrato che le persone che fanno attività fisica o sport non vanno soggette a forme di depressione.

Le facoltà cognitive, con l’attività fisica, migliorano, diminuisce il rischio di perdita di memoria, risultando anche efficace per prevenire o ridurre gli effetti del morbo di Alzheimer.

 

Alimentazione Bilanciata

Una vita sana prevede non solo una regolare attività fisica, ma anche una alimentazione bilanciata.

L’alimentazione è un prezioso strumento per acquisire e mantenere la salute. Per essere considerata corretta l’alimentazione si deve basare su una dieta sana e bilanciata, per garantire l’adeguato fabbisogno energetico, in modo da evitare carenze nutrizionali ed anche gli eccessi; dannosi sia gli uni che gli altri.

L’alimentazione varia da la possibilità di assumere tutti gli elementi di cui l’organismo necessita.

La dieta e i nutrienti

Il termine “Dieta” , che deriva dal greco e significa “stile di vita”, non si riferisce ad un regime alimentare, ma ad un’alimentazione sana e bilanciata.

Macronutrienti

Rappresentano la maggiore fonte energetica per l’organismo.

Carboidrati, comunemente detti zuccheri, forniscono energia ai muscoli e al cervello.

Stile di vita attivo e alimentazione bilanciata

Li troviamo nella pasta, nelle patate, nel riso, nell’orzo e nel pane.

Stile di vita attivo e alimentazione bilanciata

I carboidrati dovrebbero rappresentare il 50-60% del fabbisogno energetico totale, mentre gli zuccheri semplici, i dolci in genere, non dovrebbero superare il 10%.

Proteine: questo termine  deriva dal greco “proteios” che significa “al primo posto”. Esse rappresentano “i mattoni” che servono a formare i muscoli e gli organi.

Stile di vita attivo e alimentazione bilanciata

Li possiamo trovare nella carne rossa e bianca, nel pesce, nei latticini e nei suoi derivati, nei legumi e nei cereali.

Lipidi: forniscono all’organismo energia,   parte che non viene consumata si trasforma in accumuli di grasso, determinando un aumento di peso. Li troviamo nei condimenti: burro, olio, sono contenuti in molti alimenti come negli insaccati, nei formaggi e nei dolci.

Fibre: facilitano le funzioni intestinali; sono presenti in tutti i vegetali: frutta, verdura, legumi e cereali integrali.

 Acqua: è l’elemento base dell’organismo, che trasporta i nutrienti, regola la temperatura corporea, elimina le scorie, lubrifica le giunture e i tessuti.

Menù suggerito

Colazione
(Alternative suggerite)
• Latte parzialmente scremato, latte scremato
Latte di soia, latte di riso, latte ad alta digeribilità
(senza lattosio)
• Yogurt bianco o alla frutta magro, o alla greca senza grassi
(evitare latte o yogurt interi soprattutto se si è in sovrappeso)
+ • Fette biscottate (classiche o integrali) anche con marmellata
Crackers senza grassi
• Pane bianco o meglio integrale (senza grassi aggiunti)
Cereali (senza aggiunta di cioccolato o frutta secca)
+ Frutta fresca di stagione o spremuta o centrifugato
(senza zucchero)
Spuntino Mattina e Pomeriggio
(Alternative suggerite)
• Frutta fresca di stagione
• Spremuta d’arancia o centrifugato (senza zucchero)
• Mousse di frutta
• Cracker o pane o grissini
• Yogurt bianco o alla frutta magro, o alla greca senza grassi
(non prima dell’allenamento)
+ • Acqua in abbondanza (evitare bibite gassate)
Menù
Condimenti: preferire olio extra vergine di oliva
e oli vegetali (olio di mais)

Pranzo e Cena
Primo piatto (Alternative suggerite)
• Pasta, riso o gnocchi in brodo oppure asciutti e conditi
con sughi di verdure o pesto, con un poco di formaggio
grattugiato (evitare sughi elaborati con burro o panna,
e pasta ripiena o pasticciata)
Secondo piatto (Alternative suggerite)
+
Per i secondi piatti è necessario variare il più possibile
la tipologia secondo uno schema di frequenza settimanale:
• Legumi: 1-2 volte alla settimana
• Carne rossa: 1 volta alla settimana
• Carne bianca: 2-3 volte alla settimana
• Pesce: 2-3 volte alla settimana
• Uova: 2 volte alla settimana
• Formaggi: 2-3 volte alla settimana
(meglio formaggi magri o semi-grassi)
• Salumi e insaccati vari: non più di 1 volta alla settimana
Una piccola quantità di: (evitare prodotti molto conditi)
+
• Pane o grissini senza aggiunta di condimento
• Crackers senza aggiunta di condimento
Verdura (Alternative suggerite)
+
Tutte le verdure cotte e crude sono raccomandate in
abbondanza (patate o purè preparato con latte magro o
brodo vegetale, in sostituzione parziale o totale del pane).
Evitare patatine fritte, se non in minime quantità.
Frutta,sia fresca che sotto forma di passato, deve essere
+
presente due-tre volte al giorno.

 

Questo Menù è stato suggerito da NUTRIZIONE E SALUTE

Possiamo quindi dedurre che è buona regola consumare frutta fresca, verdura di stagione (meglio se cruda), pesce, legumi e farine integrali, invece grassi e zuccheri.

Un regime alimentare vario e bilanciato previene la comparsa di alcune patologie e riduce il rischio di infiammazioni e squilibri ormonali. Alcuni cibi svolgono un ruolo anti-depressivo come l’avena, il peperoncino e la cioccolata fondente.

Per cambiare stile di vita e accettare i suggerimenti degli esperti è importante trovare la giusta motivazione che ognuno deve riuscire a trovare dentro di se.dentro di sé. Non lasciarsi mai prendere dalla pigrizia e trovare sempre il modo di muoversi anche con condizioni di tempo avverse, che non permettono di fare sport all’aria aperta; con una semplice attrezzatura da home fitness si potrà fare ugualmente attività fisica e ritrovare il benessere fisico e mentale.