Monologo di Alice Giaquinta: “Avevo voglia di scriverti, di scrivere. anche cose senza senso per sapere come stai, di chiamarti per sentire la tua voce” Continua a leggere…