Promettimi che crederai sempre al potere dei fiori, alla magia di un fuoco e all’armonia della musica nell’aria di una pineta deserta alle 5 del mattino,
promettimi che crederai sempre ad uno sguardo sincero e che i desideri che ti girano nella testa in questo momento potrai consumarli soltanto quando ti sentirai realmente pronto, che le cose che dirai apertamente e senza mai vergognarti non ti tradiranno mai,
che gli occhi lucidi che avevi ieri sera li mostrerai soltanto a chi per te passerebbe nottate intere a delirare come dei ragazzini;
anche se il sonno è quasi più forte di voi.
Promettimi che crederai sempre al potere dei fiori.
Continua a confidarti, a credere che domani andrà meglio, promettimi che crederai sempre agli incontri casuali durante un viaggio in treno che tanto è già in ritardo di due ore, non perderai niente,
promettimi che non permetterai mai alle cose brutte di cambiare le tue idee, spesso pazze, che rendono te ciò che sei, continua ad essere caparbio, ad innamorarti poco ma così intensamente da scordare anche il tuo nome, continua a ricordarti degli anni passati a credere
“non c’è niente di peggio di questo momento” che poi ti sei sempre rialzato più forte di prima,
lasciati credere che ci sarà il senso di tutto e lo troverai per caso in un momento di noia.
Nella tua testa fa un rumore insensato, poi mi guardi e capisci che in questo tempo un tocco fugace significa tante cose,
che alla fine era giusto aspettare, anche per sempre, se poi tutto cambia colore.

Alice Giaquinta

Leggi anche:

Promettimi che crederai sempre al potere dei fiori
Photo: Milan Popovic