Non voglio che vada bene, voglio che sia meraviglioso

NON VOGLIO CHE VADA BENE, VOGLIO CHE SIA MERAVIGLIOSO.

 

Accontentarsi nella vita – soprattutto nelle relazioni sentimentali – equivale a perdersi. Si perdono i propri sogni, si perdono gli obbiettivi che da sempre speravamo di raggiungere e le cose che pensavamo di meritare.

Accontentarsi di un qualcosa che ci basta ma che non ci rende dannatamente felici significa non vivere. Non vivere una vita già difficile di suo; non consumare ardentemente ogni attimo di questa vita destinata prima o poi a finire.

Sopravvivere avrebbe un senso se fossimo immortali, ma non lo siamo. Ogni giorno siamo con un piede nell’abisso e uno nel sogno. Sta a noi decidere con quale dei due percorrere il nostro cammino. Sopravvivere significa aspettare inermi che arrivi la nostra ora senza dare un senso alla nostra presenza in questo mondo.

Non è possibile vivere senza amare fino a scoppiare, senza dormire la notte per quell’amore che ancora fa male. Non è possibile non pretendere per se stessi il meglio che questa terra ha da offrirci e pretendere significa dare un calcio all’abitudine e alla tristezza e tirare fuori l’entusiasmo. L’entusiasmo di sentircela addosso questa vita.

Di ballare sotto la pioggia, di disperarci se quell’amore ci fa così tanto soffrire. Sentire troppo è da preferirsi al non sentire nulla. E noi dobbiamo raccogliere tutto ciò che si presenta sul nostro cammino e sentirlo tutto.

Non è amore se la tua pelle non brucia sotto al tocco di quelle dita. Non è amore se non brami quelle labbra sulle tue o se non cerchi disperatamente quegli occhi su di te. Quegli occhi che ti facciano sentire nuda anche con un maglione addosso a zero gradi sulla neve.

Andare a letto con qualcuno che non assaggia ogni centimetro del tuo corpo come se senza quel sapore non riuscisse più a vivere non ha senso. Dobbiamo darlo un senso a questa vita, perché il tempo passa e un giorno ti ritrovi più vecchia di fronte ad uno specchio che riflette solo i tuoi occhi spenti.

Il viaggio è nella testa – Riproduzione riservata. Non voglio che vada bene, voglio che sia meraviglioso.

 

Seguimi su Instagram
Leggi anche:
  1. “5 cose che faccio quando inizio a sentire la tua mancanza”
  2. Anche la persona più forte prima o poi si stanca di soffrire.
  3. Le persone buone nascondono cicatrici nell’anima

 

Non voglio che vada bene, voglio che sia meraviglioso
Huy Phan