Non avete mai paura di finire in mille pezzi

 

Non avete mai paura di finire in mille pezzi

Ora tu pensa: un pianoforte. I tasti iniziano. I tasti finiscono.
Tu sai che sono 88, su questo nessuno può fregarti. Non sono infiniti, loro.
Tu sei infinito, e dentro quei tasti, infinita è la musica che puoi suonare. Loro sono 88, tu sei infinito.
Questo a me piace. Questo lo si può vivere.
Ma se tu, ma se io salgo su quella scaletta, e davanti a me si srotola una tastiera di milioni di tasti, milioni e miliardi di tasti,
che non finiscono mai, e questa è la verita’, che non finiscono mai e quella tastiera è infinita.
Se quella tastiera è infinita, allora su quella tastiera non c’è musica che puoi suonare.
Tu sei seduto sul seggiolino sbagliato: quello è il pianoforte su cui suona Dio.
Cristo, ma le vedevi le strade? Anche solo le strade.
Ce n’è a migliaia, come fate voi laggiù a sceglierne una, a scegliere una donna, una casa,
una terra che sia la vostra, un paesaggio da guardare, un modo di morire.
Tutto quel mondo, quel mondo addosso che nemmeno sai dove finisce e quanto ce n’è.

Non avete mai paura, voi, di finire in mille pezzi solo a pensarla, quell’enormità, solo a pensarla?

 

Non avete mai paura, voi, di finire in mille pezzi solo a pensarla, citazione di Alessandro Baricco estratta dal libro Novecento.

Leggi anche:

  1. Emozioni, una serie di risposte a stimoli esterni ed interni
  2. Salvami da questo malamore
  3. Un giorno mi piacerebbe dirti che
  4. Mi manco, è per questo che voglio andare via.
  5. La mente è la nostra migliore alleata nelle situazioni difficili
  6. Poi ti innamori e quella vita diventa grande e diversa
  7. La vita è uno splendido libro dalle pagine bianche.
  8. Credo nel grande amore, ma agisco nel modo inverso. 
Non avete mai paura di finire in mille pezzi
Photo: Will Van Wingerden