Mi sono persa e ritrovata più forte di prima.
Credevo che abbandonare tutto e fare quello che mi veniva detto dalle persone fosse la scelta giusta, ma quella non ero io,
nascondere e seppellire la mia parte creativa non era per niente una buona idea.
Ti dico che ho davvero pensato di buttare tutto quello che ero in un cassonetto e ricominciare da capo, perché non mi sentivo più, perché non ero più io,
ero quella ragazza che rideva di rado, che non ascoltava più la sua bella musica, che aveva perso la sua passione dimenticandosene completamente.
Aspettavo il momento giusto che tardava ad arrivare, non volevo deludere la mia famiglia perché volevo impegnarmi in qualcosa che era più grande di me,1462390539263
iniziavo ad avere problemi ai miei occhi insormontabili, mi stavo abbattendo con le mie stesse mani.
Tu non ci credi quando ti dico che non ce la faccio, continui a spronarmi, a dirmi che sono forte, che non devo somigliare a nessun’altra persona per dare il meglio di me ed hai sempre avuto ragione.
Hai sempre visto in me, quello che io, faticavo a vedere e non è una cosa da poco.
Pensavo che facendo cose che non mi appartenevano avrei accontentato tutti, senza accontentare me stessa, la mia felicità era messa all’ultimo posto.
Ho pensato, provato tante volte a dire che mi stavo annullando, poi mi sono resa conto che non era giusto, forse dovevo rendermene conto molto tempo prima, adesso penso che tornare quella che ho sempre voluto essere è una bella sensazione.
Quindi do un consiglio a tutti voi, se vi siete persi, se non riuscite più a capire che cosa volete, fermatevi e pensate a voi, non a quello che vi dicono gli altri, che cosa volete di più?, che cosa amate?, ritrovatevi.

Alice Giaquinta, Mi sono persa e ritrovata più forte di prima.