Entriamo dentro soli usciamo fuori soli.

Salii in ascensore. Mi accostai al tramezzo di vetro. Ci saranno stati un centinaio di neonati, che urlavano. Li udivo attraverso il vetro. Senza tregua.
Nasci piangendo. La nascita. E poi la morte. A ognuno tocca. Entriamo dentro soli e usciamo fuori soli.
E molti di noi, la maggior parte, viviamo soli, spaventati, vite incomplete. Una tristezza senza pari discese su di me.
A veder tutta quella carne appena nata che doveva morire.
A osservare tutta quella vita che si sarebbe a poco a poco trasformata in odio, in demenza, in nevrosi, in stupidità, in terrore, in omicidio, e infine in nulla…
nulla in vita e nulla in morte.

Entriamo dentro soli usciamo fuori soli, Charles Bukowski citazione estratta dal libro Storie di ordinaria follia. Tratto dal racconto “Animali in libertà”.

Entriamo dentro soli usciamo fuori soli