Certe persone non vivranno mai felici e contente

C’è una cosa che ho imparato in venti anni, una sola: per quanto amore possa esserci, certe persone non vivranno mai felici e contente.
Avrei voluto non impararlo mai, avrei voluto vivere nella speranza che tutto può aggiustarsi se lo si vuole davvero.
Sarebbe stato bello pensare che un ostacolo si può superare insieme, attraversando i momenti, sfogliando i ricordi.
Però non è così. Neanche se ricordi ancora come ti batteva forte il cuore la prima volta, neanche se le gambe cedono al pensiero di rinunciare a passare le notti tra le tue braccia.
C’è una parte di me, una piccola parte, che non riesco a soffocare, di notte quando tutto si spegne e resto sola con me.
Quella parte pensa che c’è ancora una possibilità per noi.

Quel piccolo pensiero che se ci teniamo per mano possiamo riprendere a correre, che la gara non è ancora finita.
Però poi il sole si accende, il silenzio si spezza e tutto il mondo torna a muoversi, e il mondo è spietato. Il mondo ti mette davanti alla tua vita, quasi fosse un film per cui non devi neanche pagare il biglietto, e non c’è il lieto fine. Non ci sono spezzoni di noi che ridiamo felici a quel concerto né le volte che ci siamo addormentati l’uno sull’altra dimenticando che stagione fosse, non ci sono frame delle serate passate a giocare. Ci sono solo due persone che non ne possono più di litigare, di rincorrersi.
Quelle stesse persone che, per quanto stanche, tornano ogni volta a riprendersi, ma con l’amaro nel cuore.
Perché l’amore c’è, sono sicura ci sia ancora, sarei pronta a metterci la mano sul fuoco anche per te, ma c’è anche la consapevolezza che non basta questo per andare avanti.
Perché siamo diversi, io e te, e a forza di provare a cambiarci nonostante entrambi abbiamo giurato di non farlo, ci siamo distrutti.
Ci siamo rassegnati e abbiamo lasciato che i nostri contorni svanissero, abbiamo fatto finta che le nostre diversità sarebbero state divertenti una volta mischiate.
Ma non è stato così, non è così.
Ci siamo solo feriti, e anche se con gli abbracci ci siamo sempre curati, non possiamo far finta che le ferite non facciano ancora male.
E non è giusto, non ce lo meritiamo.
A venti anni abbiamo il dovere di credere ancora all’amore.
Ma non a qualsiasi tipo di amore disponibile, solo a quello che vogliamo realmente. Perché a vent’anni non ci si deve accontentare di quello che c’è, si dovrebbe solo rincorrere ciò che si vuole.
E avrei voluto tanto fossi stato tu l’uomo che tra dieci anni mi avrebbe ancora abbracciato e non sai quanto disperatamente avrei voluto essere io a gioire con te quando il mondo avrebbe riconosciuto il valore che hai. Ma non possiamo farci questo. Non possiamo aspettare il giorno in cui ci curiamo le ferite, se passiamo tutto il tempo a farcene di nuovo.
Ti amo, ed è per questo che devo lasciarti andare.
Siamo stati un bellissimo sbaglio.

Certe persone non vivranno mai felici e contente, citazione di Valentina Rossi

Certe persone non vivranno mai felici e contente
Felix Russell Saw