Io non sapevo che mi avresti cambiata

Al primo ciao io non sapevo che mi avresti cambiata

 

Al primo ciao

io mica lo sapevo

che un po’ mi avresti cambiata tutta

che mi avresti resa più coraggiosa

meno paranoica e meno sola

e un poco più capita

e più me di quanto io non sia mai stata,

mica lo sapevo che avrei tenuto dentro me i tuoi occhi sempre

come stelle dentro al cielo un po’ coperte dalla nebbia

Al primo ciao

che mi hai detto sottovoce

io mica lo sapevo che il tempo da quel giorno non ci avrebbe più sfiorato

che non avremmo più sentito che passava anche se invece passava pure un sacco veloce

che anche il lunedì sarebbe diventato domenica,

e che sarebbe stata primavera sempre dentro a tutti i nostri inverni

ogni istante,

mica lo sapevo che mi avresti fatto luce dentro al buio

che i miei fantasmi li avresti stretti forte per farli sentire meno soli

che mi avresti lasciata qui ad aspettarti ogni volta, ogni momento

come se vivere iniziasse sempre dove finisci tu.

Mica lo sapevo,

al primo ciao un po’ impacciato

che tutto quel che sapevo da quell’istante non l’avrei saputo più

che avrei conosciuto insieme a te la rabbia, il dolore,

le paranoie e il rancore

e la meraviglia di svegliarmi e sapere che avrei visto i tuoi occhi

e che di certo mi sarebbero bastati a scordarmi tutto il male.

Al primo ciao

che ci siamo detti incerti

io mica lo sapevo che l’amore esisteva davvero

e che all’improvviso mi sarebbe caduto negli occhi direttamente dai tuoi sorrisi estremi -come un oceano

tra i capelli-

no, che non lo sapevo

però

me lo sentivo.

 

Io non sapevo che mi avresti cambiata – Io, te e il mare, Marzia Sicignano.

 

Seguimi su instagram
Leggi anche:
5 cose che faccio quando inizio a sentire la tua mancanza
Tra il “sì” e il “no”, quanti “chissà” ci sono?
A volte quando si chiude una porta, si apre un universo intero 
Anche la persona più forte prima o poi si stanca di soffrire

 

Io non sapevo che mi avresti cambiata
Photo; Jessica Felicio