Pizza screscita

Un antica ricetta serronese è la “pizza screscita” cioè la pizza cotta sotta la brace, alimento povero ed ottenuto con i prodotti della terra ciociara cioè farina bianca, acqua e del buon olio extravergine. I nostri nonni preparavano il fuoco e quando era pronta la brace la spostavano ed ottenevano uno spazio di mattoni bollenti su cui porre la pizza screscita coperta da un coperchio e al di sopra disponevano la brace per circa 45 minuti. Perchè non proverare anche noi a fare questa ricetta? Basta procurarsi gli ingredienti e mettersi al lavoro.

Ingredienti
  • 1 lt di acqua
  • 2 kg di farina
  • 20 g di lievito fresco (7 gr di quello secco)
  • 50 g di sale marino
Preparazione

Per l’impasto della pizza prendere due contenitori dove porre in ognuno metà della farina; il litro di acqua deve essere posto in altrettanti due contenitori, in uno si scioglie il sale e nell’altro il lievito. Dopo aver sciolto il sale e il lievito porre l’acqua nei contenitori in cui è divisa la farina; iniziate ad impastare separatamente i due impasti per poi unirli ed ottenere della pasta ben consistente. Mettere a lievitare lasciando riposare il tutto ad una temperatura di 23° per circa 3 ore; la pasta lievitata viene distesa su una teglia (precedentemente oliata) con la pressione delle mani fino ad ottenere uno strato omogeneo; spalmare il pomodoro sopra la pizza ed aggiungere i condimenti di vostro piacimento. Cuocere la pizza sotto la brace coperta da un coperchio per circa 45 minuti.

Precedente Caldarroste Successivo Susamielli