Marmellata di prugne

marmellata di prugne
marmellata di prugne

Marmellata di prugne! Fra i miei amici è risaputo che io adoro preparare le marmellate e qui a casa è un continuo andirivieni di frutta fresca e barattoli vuoti che riempio con la mia marmellata e che regalo con gran piacere. Con l’ultima frutta di stagione ho preparato una dolcissima marmellata di prugne che sicuramente ci farà compagnia sia nelle nostre prime colazioni che nella preparazione di moltissimi dolci. Per preparare un ottima marmellata di prugne ci vogliono tre ingredienti fondamentali: frutta freschissima, tempo a disposizione e tanta pazienza per la cottura in quanto io uso nella preparazione il metodo tradizionale cioè quello senza additivi.

Prepariamo insieme la marmellata di prugne…voi seguite passo passo la ricetta…e il gioco è fatto…
Ops!
…la marmellata di prugne!

Cristina

Ingredienti

1 Kg di prugne mature (dopo averle denocciolate)
1 kg di zucchero

Preparazione

Laviamo bene le prugne ed eliminiamo il picciolo quindi le tagliamo a metà ed eliminiamo il nocciolo.

Versiamo le prugne denocciolate in una pentola molto capiente ed iniziamo a cuocere la frutta a fiamma molto bassa rimescolando molto spesso con un cucchiaio di legno (per evitare che si attacchi), la frutta dovrà cuocere per circa un ora trascorsa la quale dovrà risultare abbastanza morbida quindi aggiungiamo lo zucchero e mescoliamo bene il tutto.

Cuociamo la marmellata, schiumando ogni tanto (per eliminare eventuali impurità) e mescolando spessissimo con un cucchiaio di legno per circa 40 minuti.

La marmellata sarà pronta quando si staccherà bene dalle pareti della pentola e facendo la prova del piattino questa non scivolerà (versate mezzo cucchiaino di marmellata su di un piattino ed inclinatelo).

A termine cottura facciamo intiepidire la marmellata quindi la versiamo in barattoli di vetro sterilizzati e a chiusura ermetica.

Io e Ecobioshopping

Per la presentazione della marmellata di prugne ho utilizzato:

Vaschetta Small Boat palma dall’aspetto particolare ed esclusivo, adatta per happy hour e piccole degustazioni gastronomiche (come nel mio caso degustazione della marmellata), mi piace tantissimo questa vaschetta in quanto essendo realizzata con foglia di palma resiste al calore e si può utilizzare sia in forni tradizionali che nel microonde per brevi periodi.

Cucchiaino in legno molto gradevole nell’aspetto e molto robusto ideale da utilizzarsi sia nei servizi di catering che pasticceria o nelle cene in piedi o nei picnic in quanto sei disperso erroneamente è biodegradabile nei tempi previsti in natura senza lasciare traccia.

Precedente Torta alla ricotta Successivo Ciambellone alto e soffice