Una maglietta, anzi due, per la festa del papà

Ingredienti per la ricetta di un regalo personale e personalizzabile, per il quale c’è da spendere meno di 10 euro, qualche ora di ricamo e un pizzico di fantasia.

– 2 magliette di colori a scelta ma uguali tra loro, una in taglia nana (qui 2-3 anni), una in taglia troll (xl)
– filo di lana di diversi colori
– un ago dalla cruna larga per farci passare il filo di lana

Avendo questi tre elementi siete già a cavallo; ora inventatevi o cercate in giro due frasi da ricamare. Io ho usato il punto filza, una specie di imbastitura che si presta benissimo a ricamare scritte e disegni non ‘pieni’.
Per chi dice che queste feste sono solo il trionfo del superfluo e dello spreco di soldi, io penso invece che queste giornate, soprattutto con un bimbo in casa, siano una piccola occasione in più per ridere, stare insieme e scambiarsi piccoli e non pretenziosi pensierini, mangiare un buon dolce, abbracciarsi una volta in più.

E come ripeteva Nictopino da piccolo  al mio training sulla frasetta ‘auguri babbo.. GUDI.. a tutti i babbi presenti, che furono, che saranno, che vorrebbero esserlo

Precedente Sotto i ciliegi - Vivere l'Hanami a Roma Successivo Quando l'uomo è influenzato...

Lascia un commento

*