Quello che non ho.. il lato oscuro del bicchiere mezzo vuoto…

Uno dei miei tanti limiti è tendenzialmente, il vedere quasi sempre il bicchiere mezzo vuoto. Lo so che non va bene e che a far così uno sta peggio e fa star peggio anche chi ha intorno ma per me è così. C’è di buono però che ho buone capacità di ripresa e anche se un momento prima vorrei sprofondare nell’oblio e nell’indolenza, lasciarmi vivere e non guardare al di fuori della coperta del mio letto, so riemergere e ritrovare il sorriso.

E’ che troppo spesso mi vengono in mente le cose che non ho, e quando mi capita di averle boh, non hanno più quel significato che gli davo prima. Che palle eh starmi a leggere? Non sembra che io sia così quando parlo di Nictopino, dei miei mercatini, degli amici.. però io sono anche questo… e questo lato oscuro io lo odio in me..

perchè mi fa perdere tempo 

perchè non mi fa godere con spensieratezza il tanto che ho

perchè perchè… non so neanche il perchè di questo post un po’ così 

sarà che gennaio mi fa un po’ paura: nuove sfide lavorative che non so se sarò in grado di affrontare, la paura che venga anche a me la varicella di Nictopino che io non ho ancora avuto, e che questa varicella mi blocchi a casa quando avrei tanto da fare. Io soffro molto il fatto di farmi vedere debole di fronte alle sfide ed è così che mi sento adesso… ma basta perchè queste righe annoiano per prima me.. è che avevo bisogno di far vedere che non è sempre tutto rose e fiori, anche se io nel blog cerco sempre di far veder solo il bello, il divertente e il creativo. Perchè tanto il brutto, il triste e il difficile lo abbiamo tutti… ed è meglio vedere felicità almeno quando si occupa del tempo a leggere i blog degli altri

Precedente - 358... il 2010 lo prevedo lungo di questo passo Successivo Torte nuziali di pannolenci: per sposi veri e finti

Lascia un commento