Pinterest: perchè è utile alle creative e a chi fa mercatini

 

 

Io inizio col fare outing, mi chiamo Emanuela e sono iscritta a Pinterest ormai da qualche mese. Su consiglio di un’amica che me lo presentò come un modo utile per tenere a posto i bookmarks senza perderseli e soprattutto schedandoli con una logica che è solo tua e secondo le tue esigenze, riìvedendoli poi con un unico colpo d’occhio

Pinterest quando mi sono iscritta io, in Italia non lo conosceva quasi nessuno, questo perchè quando ho aperto il mio account, andando a fare la ricerca dei possibili follower attraverso i miei contatti, ho trovato davvero pochi iscritti, e vi posso assicurare che tra i miei contatti, un buon ottanta per cento è nerd forte e soprattutto è decisamente skillato sui social.

Partiamo quindi con i motivi per i quali, mi sento di dire con sicurezza, Pinterest sarà utilissimo (oltre che estremamente divertente, anzi una droga) per tutte le vreative o anche solo le appassionate di crafting e per le creative che fanno mercatini.

1. Cos’è PINTEREST? Pinterest nasce dall’unione delle due parole inglesi pin e interest, ovvero puntina e interessi  è un social network ispirazionale come sono anche Tumblr o Flickr, che consente di archiviare e catalogare tutti i tuoi interessi, le passioni, o semplicemente belle immagini che fanno bene agli occhi

E’ organizzato in board (lavagne). Crea le lavagne che vuoi e postaci anzi pinnaci (pin) le immaginiche ti ispirano. Poi dai un nome a questa lavagna, ovviamente più il nome sarà comune meno sarà semplice farsi notare. (il nome potrebbe essere scritto anche in due lingue diverse. Se una cosa ti piace, ma non ti interessa, non ripinnarla metti like come ormai sarai abituato a fare su facebook.

2. Connetti i tuoi social network così scoprirai chi è già attivo su Pinterest e potrai sceglierle se seguirlo o meno, poi ovviamente come fai con i post del blog, potrai scegliere di condividere i tuoi pin sui social. Cita le persone che segui come fai su twitter o facebook, con @ davanti al loro nick, sia se vuoi citarle in un commento, sia se vuoi significare che sono i proprietari dell’immagine che hai pinnato.

3. Potrai creare delle board col nome dei mercatini che hai fatto, così magari altre creative che li hanno frequentati potranno postarci le loro foto o ripinnarti, oppure potrai pinnare persone che si sono provate tue cose al mercatino e dir loro di andare a rivedersi online

A QUESTO PROPOSITO, nei tuoi prossimi bigliettini da visita, aggiungi anche il TUO PINTEREST

4. Una delle cose più importanti è che grazie a Pinterest farai ordine tra i tanti preferiti che hai… senza salvarti tutto un blog ad esempio del quale ti interessa solo un tutorial pinnerai solo quel tutorial. Potrai creare ad esempio un board tutto di tutorial, uno tutto di infografiche.. oppure un board sui lavoretti natalizi.. e così via

 

 

Quando ci si iscrive a Pinterest avrete grandibenefici anche a livello SEO, dato che i link diretti al vostro sito, provenienti da Pinterest, vengono seguiti dai motori di ricerca e ciò accresce il loro valore. Per far questo completate bene il votro profilo al momento dell’iscrizione: una bio contenente anche le keywords principali del vostro blog esempio pannolenci, fimo e così via. Compltate ogni campo, compresi quelli geografici.

Non pinnate solo roba vostra in Pinterest, a parte l’essere noiosi si perderà proprio la mission del social. effettua cross promotion delle tue immagini su Pinterest sugli altri social come Facebook e Twitter.

– Aggiungete il PIN IT BUTTON (potete prenderlo sul sito come si fa con FB o twitter) per dare la possibilità agli utenti di “pinnare” le vostre immagini direttamente

 

IL MIO PROFILO FACEBOOK

IL MIO ACCOUNT SU TWITTER

 

LA PAGINA FAN DEDICATA ALLE MIE CREAZIONI CON IL NOME VYRTUOSA CREAZIONI (se diventate fan mi farà molto piacere :-P)

LE MIE BOARDS SU PINTEREST (RIPINNATEMI)

IL MIO PROFILO SU LINKEDIN

 

 

Una bella infografica in tema

 

 

 

Precedente Dovete chiudere un po' gli occhi e immaginare quello che volete tanto io quello che dovevo immaginare l'ho già immaginato" Successivo Bello fare le cose da femmine

Lascia un commento

*