Partecipare ai mercatini: conviene o ci si rimette?

Una ragazza, anch’essa creatrice artigiana mi ha contattata tramite la mia pagina su Facebook per chiedermi questo:

Ciao Emanuela,

mi chiamo Silvia, ho 25 anni, sono di Roma e anche io sto cercando di diventare una creativa 🙂 Realizzo accessori con perle e cernit e vorrei partecipare ad  un mercatino dove si vende qualsiasi opera si artigianato e dove c’è una clientela che spazia dai più giovani ai più anziani.. Ora volevo sapere, siccome hai partecipato a tantissimi mercatini, è conveniente partecipare o (almeno le prime volte) ci si rimette? Che consigli puoi darmi? 

Dunque… sì è vero ormai di mercatini ne ho fatti molti. Sono due anni esatti che spesso a evolentieri, più o meno una volta al mese con molta più frequenza in estate e sotto Natale, espongo le mie creazioni ai mercatini con le modalità che già ho raccontato in questo blog. Veniamo all’annosa domanda? CONVIENE O CI SI RIMETTE?
Io porto la mia esperienza: non ci ho mai rimesso ai mercatini finora per due ragioni.. un po’ di fortuna e un po’ di lungimiranza.

Le uniche due volte che ho venduto veramente poco o niente si trattava di mercatini gratuiti ovvero di mercatini per fare i quali non si paga nessuna quota di partecipazione quindi.. e poi devo dire che io mi diverto sempre molto quindi anche se non ho venduto, ben venga e tutto fa esperienza.

L’altro ‘trucchetto’ se così si può chiamare è che io, nei primi mercatini che ho fatto, portavo, oltre alle mie creazioni, abbigliamento e accessori usati (in molti mercatini si può fare, chiedere sempre prima, in molti no… però) e quello mi permetteva comunque di rientrare ampiamente nel budget speso per la quota di partecipazione al mercatino.

I mercatini sono strani: può succedere che nello stesso posto una volta tu venda tantissimo e la volta dopo una cosa a stento.. e non dipende da te, dipende dal periodo, dalla gente che gira, ovviamente i migliori affari si fanno in posti frequentati da turisti e sotto Natale quando tutti cercano i regali e le creazioni artigianali son sempre molto apprezzate. Quindi che dirti, bisogna comunque iniziare a farne e per iniziare ti consiglio o i mercatini gratuiti (ce ne sono molti, spesso gestiti da locali che abbinano l’aperitivo o il concerto al mercatino) oppure quelli con una quota di partecipazione non superiore ai 30-40 euro.

Poi tutto dipende anche dal prezzo di ciò che si propone perchè se si hanno pezzi da 100 euro e se ne vede solo uno si è comunque fatto giornata!

IL MIO ACCOUNT SU TWITTER

LA PAGINA FAN DEDICATA ALLE MIE CREAZIONI CON IL NOME VYRTUOSA CREAZIONI (se diventate fan mi farà molto piacere :-P)

LE MIE BOARDS SU PINTEREST (RIPINNATEMI)

Precedente Tanto poi piove Successivo Ieri sera Dalla e De Gregori in concerto a Roma...

Un commento su “Partecipare ai mercatini: conviene o ci si rimette?

  1. Livia il said:

    Ciao, anche a me piace fare dei lavori creativi, ma per lo più roba di pittura e decorazione (lampade, cornici, specchi) Volevo chiederti: come faccio ad aggiornarmi sui mercatini con quota che fanno? Pensi che le mie cose si vendano? Grazie

Lascia un commento