Cronache di una mattina dentro la tv

Ieri mattina io e Aletopo eravamo invitati dai signori della redazione di una trasmissione televisiva Rai a commentare il video sul nostro matrimonio ‘tradizionale’ che son venuti a girare a casa nostra sabato scorso. La puntata verteva sulla famigla.
Io e Aletopo siamo andati, le nostre carte d’identità sono state registrate e in un tourbillon di presentazioni, sorrisi e gridolini dopo poco eravamo seduti tra chi fa il pubblico ‘di professione’ sui divanetti dello studio.
“Voi parlerete cor gelato, er gelato si usa cossì, o dovete tenè così (piegato) no ccosì sennò nun se sente gnente, avete capito?” Ci istruisce un tecnico di studio.
Non lo so ma sì, forse abbiamo capito.

Meno tre, due, uno sigla, siparietti tra presentatori e io e Aletopo veniamo subito sparati attraverso il tubo catodico con le foto del matrimonio, Nictopino che saluta tutti con la manina, un intervista doppia stile Gioco delle coppie sul come ci siamo conosciuti (e abbiamo anche dato le stesse risposte, manco ci conoscessimo eh), il tutto sulle note di un Jovanotti strappalacrime. Il video serviva da apertura ad una puntata sulla famiglia che cambia, non ho capito se noi siamo stati catalogati come famiglia del pre o del post cambiamento, come promessa o come minaccia, ma la presentatrice sembrava benevola nei nostri confronti e dal pubblico giungevano cenni di approvazione.
Momenti di gelo quando è stato chiesto ad Aletopo “Quando hai capito che lei era la donna della tua vita?” e lui ha risposto “Non l’ho ancora capito”. Già il presentatore stava andando a prendere i sali e gli autori si mangiavano le penne quando il nostro suspence-man con la flemma delle grandi occasioni ha continuato, salvandosi in zona Cesarini: “Per me l’amore è scegliersi ogni giorna e ogni giorno ne ho la conferma”
Sospiri di sollievo, la nostra famiglia ha continuato ad essere catalogata come tradizionale, vecchia sì diciamolo pure, e il presentatore ha potuto riporre i sali.

Una signora sui 70 anni ci ha poi arpionati nella pausa tra prima e seconda parte: “Signò complimenti, bravi bravi.. che figlio bbello che c’avete complimenti”. Al che abbiamo appurato, ci fossero stati dubbi, il nostro focus target di riferimento.

Dopo di noi storie interessanti e ben raccontate dai protagonisti: un matrimonio misto, una coppia omosessuale con tre gemellini avuti con inseminazione artificiale, famiglie monoparentali…. e la fine del matrimonio di Selvaggia Lucarelli (!).

Perchè in tv è tutto un po’ così: un po’ si parla di cose serie ma insieme si pensa che la tv ingrassa e dal vivo si è tutti più magri, un po’ ci si sente ridicoli e un po’ importanti, un po’ si sognano i lustrini e un po’ si vorrebbe essere ovunque tranne che lì.
In tv devi togliere a tutto la metà: se ti dicono che sei radiosa forse sei carina, se ti dicono che sei andata benissimo forse non ti taglieranno, se vieni presentata come la metà di una coppia perfetta forse la tua è una vita normale.. ma gli occhi lucidi quando abbiamo visto Nictopino in video quelli erano veri

Precedente Un cerchietto Liberty Successivo Se gli hobby di lui fanno bene anche a te

Lascia un commento