Banchetto ai mercatini: espositori, mensole e supporti fai da te

 

Qui vi avevo parlato di come fare per creare un banchetto accattivante, ma tra i vari consigli mancava un paragrafo sul quale io sto ‘praticamente’ sbattendo la testa in questi giorni, ovvero NON come disporre la merce, ma DOVE disporla per creare una composizione armonica, piacevole alla vista e di impatto per i fruitori dei mercatini?

IL MIO ACCOUNT SU TWITTER

LA PAGINA FAN DEDICATA ALLE MIE CREAZIONI CON IL NOME VYRTUOSA CREAZIONI (se diventate fan mi farà molto piacere :-P)

LE MIE BOARDS SU PINTEREST (RIPINNATEMI)

Io e la mia ‘socia’ abbiamo inziato come credo inizino tutti, ovvero con un tavolo sul quale esporre vestiti, bijoux e accessori un po’ alla rinfusa senza dare particolare risalto a nulla c’è il rischio che l’occhio del compratore si confonda nel marasma generale. Dopo gli inizi ci siamo evolute dividendo così le varie tipologie di prodotti offerti:
– uno stand appendiabiti per l’abbigliamento usato e vintage che ancora in alcuni casi e in alcune location proponiamo. La nostra prima scelta cadde su un modello da 10 euro molto poco stabile che ci faceva rimanere sempre col fiato sospeso ogni volta che i compratori si avvicinavano, temendo che cadesse (e spesso è caduto). Così abbiamo ripiegato su un modello allungabile e mooolto stabile interamente in alluminio SENZA giunture in plastica (un’altra vita, 70 euro ben spesi)
– orecchini e spille appuntati su cuscini di iuta handmade di bell’effetto ma un po’ precari se si volevano far stare in verticale (la maggior parte dei mercati è all’aperto e spesso il vento è nemico degli espositori)
– bracciali e collane adagiati su piccoli ceppi di legno

Nella seconda fase della nostra esperienza da ambulanti, durata praticamente fino all’ultimo mercatino abbiamo comprato su ebay i classici espositori in rame che si vedono un po’ ovunque: economici, gradevoli e permettono di non stare ogni volta a sistemare gli orecchini uno per uno perchè li puoi lasciare attaccati lì.
Per i miei cerchietti ho preso un bell’espositore in velluto che sarebbe da collane ma per me va benissimo anche coi cerchietti. Per il resto ancora troppo alla rinfusa a nostro parere ma non sapevamo come venire a capo della situazione.

E veniamo alla terza fase quella ancora mai messa in opera ma in preparazione:
ieri sera poi ho fatto un giro in quei negozi del tipo tutto a un’euro o poco più e mettendo insieme vari spunti visti nelle foto dei mercati artigianali americani ho preso i seguenti materiali:
– lavagne di sughero a 2 euro l’una al quale appunterò le collane in modo da renderle ben visibili senza dover abbassare gli occhi sul banchetto
– queste lavagne saranno tenute in verticali da dei sostegni di legno che ho preso sempre lì per 2 euro l’uno. per farvi capire una cosa tipo questa che non so come si chiami tecnicamente
– 3 cestelli di plastica a 0,60 euro l’una in colori fluo nelle quali riporre piccole cose divise per tipo
– 2 fantastiche mensoline in plastica impilabili una sull’altra e ripiegabili così da facilitarmi il trasporto
– 2 non so come chiamarli ma vassoi da ufficio in acciaio bucherellato che medito di trasformare in un piccolo espositore a libro dove infilare ancora orecchini

Ora che vi ho fatto partecipi degli economici acquisti (a presto le foto del risultato) vediamo qualche altro consiglio per un banchetto a regola d’arte:

– prima del mercatino vero fate una prova generale su come verrà il vostro banchette e di quanto spazio avrete bisogno, montandolo in casa in terrazza o in garage, e tenetevi nelle misure che sapete vi verranno fornite per il vostro spazio (informatevi prima), è inutile immaginarsi fantascentifici allestimenti se avete un metro e mezzo per un metro e mezzo nei quali potervi esprimere

– il banco vero e proprio dovrà essere coperto da un tessuto monocolore che arrivi fino al pavimento così sotto potrete nascondere di tutto senza lasciare in vista il backstage creativo. Il bianco e nero nella scelta dei teli sono colori stupendi ma ‘sembrano sempre sporchi’ e su di essi ogni granello di polvere è in bella vista. Anche gli espositori, le scatole e qualunque altro supporto stazioni sul banco dovrebbe essere sì colorato ma monocolore, le fantasie distrarrebbero dal prodotto

organizzare i vostri oggetti in vendita a categorie specifiche. Sarà più facile per il cliente, individuare quello che sta cercando. Se possibile, ovvero se l’organizzazione del mercatino lo permette, esponete i prezzi e ben visibili! La maggior parte delle persone non ama chiedere il prezzo per pudore, per paura di sentirsi impegnato a comprare o per chissà quali ragioni. I vostri prezzi dovrebbero essere grandi e chiari da leggere. Naturalmente dovrete essere preparati perchè molti vi chiederenno di negoziare. Non dovete prenderlo come un insulto, è solo una parte del gioco, quindi tenetevi pronti

– partecipando come espositore a molti mercatini ma come compratrice ad infiniti, so che i banchetti di cose colorate tipo le mie attirano molti i bambini e i giovanissimi che si mettono a toccare tutto, è normale ed è una soddisfazione vedere che stimoli la loro fantasia. Per frenare la loro irruenza però, sarà bene mettere sul bordo esterno del banco oggetti di poco valore o che non si ha paura di rovinare (potrebbero cadere). Vedrete poi che molti di questi oggetti saranno i primi ad essere venduti!

– arrivare presto per montare al meglio la vostra esposizione e non farvi fregare il posto. Inoltre potrai osservare come allestiscono gli altri espositori e vedere con calma i loro lavori prima dell’arrivo del pubblico

– nei momenti un po’ morti della giornata, soprattutto per mercati che durano da mattina a sera, approfitta per fare ordine, mettere in disparte oggetti che non hanno successo, pulire, raddrizzare

– Ultimo consiglio, il tuo miglior biglietto da visita sei tu! Sii sorridente, gentile e saluta tutti coloro che ti fanno visita, anche quelli che non comprano ci mancherebbe! Spetta a voi rendere il vostro banco accogliente, divertente e meritevole di una visita. TU sei il tuo lavoro!

IL MIO ACCOUNT SU TWITTER

LA PAGINA FAN DEDICATA ALLE MIE CREAZIONI CON IL NOME VYRTUOSA CREAZIONI (se diventate fan mi farà molto piacere :-P)

LE MIE BOARDS SU PINTEREST (RIPINNATEMI)

Precedente Piccola fattoria di portachiavi in pannolenci Successivo Sì vabbè bravi,ma nella realtà è un casino

Lascia un commento


*