Autunno-inverno 2016. La classifica cromatica.

c14569b12c77d3982ec2c080cf009bef
AUTUNNO-INVERNO 2016 “Sharkskin”: Abbinabilità e forza. Tradotto il nome significa “pelle di squalo”. È il passepartout della stagione, combinabile con tutte le altre nuance.

Tra le nuove tendenze dell’autunno-inverno 2016 un ruolo importante ce l’hanno i nuovi colori moda secondo Pantone. Il noto istituto, come ogni stagione, ha snocciolato la sua classifica cromatica, scegliendo quali sono le tinte must have dei prossimi mesi freddi.

01fd062bb91abed673fef16aedb528dc
“Riverside” Riposo e calma

La linea scelta da Pantone per i colori autunno-inverno 2016 risulta ben chiara dalle parole di Leatrice Eiseman, il suo direttore esecutivo: poche nuance accese a favore di tonalità che rendano la stanza un luogo di calma, relax e serenità, sulla falsa riga di quello che è stato Serenity, il Colore dell’Anno 2016.

autunno-inverno 2016
“Airy Blue” Serenità e versatilità

Tra le cromie per l’autunno-inverno 2016, spiccano innanzitutto quelle più calde e avvolgenti, ispirate ai colori della terra e degli elementi naturali, tra cui il Potter’s Clay. Si tratta di una nuance che ricorda proprio le foglie autunnali, il legno classico e il cognac. Leggermente più rosato il Dusty Cedar, legato al colore della corteccia del cedro, mentre il vero e proprio rosso di questa palette è l’Aurora Red, nuance che vira verso il mattone. Le tre tonalità, sebbene siano molto simili tra loro, stanno benissimo insieme.

living-room-living-room-paint-colors-combinations-a-cool-shade-design-red-wall-color-interior-paint-color-combination-best-exterior-paints-combination
“Aurora Red” Caldo e sensualità

Tra le tinte calde del Pantone Fall Report troviamo anche lo Spicy Mustard, ovvero un intenso giallo mostarda,  mentre il Warm Taupe é una tinta tendente al color fango.

autunno-inverno 2016
“Warm Taupe” Rassicurazione e stabilità. Cosa c’è di più elegante e sobrio di una tinta naturale? Questa nuance è in perfetta linea con le tendenze degli ultimi anni e si accosta bene a laccati o legni.

E ora veniamo alle nuance più fredde di questa palette e cominciamo proprio dallo Sharkskin, ovvero pelle di squalo, perché è un grigio, facilissimo da abbinare, che non può far altro che ricordarci l’animale marino, mentre il Lush Meadow è una splendida variante di verde smeraldo ma leggermente più intesa e misteriosa, elegante e chic.

autunno-inverno 2016
“Lush Medow” Ricchezza ed eleganza

 

Piastrelle esagonali per una casa moderna

Le mattonelle esagonali sono l’ultima tendenza del 2016 e si abbinano molto bene al design moderno.

82974-10097358
Se opti per una cucina senza pensili è perfetto, anzi il fatto di non avere i pensili dà risalto ancora di più all’effetto decorativo delle PIASTRELLE ESAGONALI.

Queste piastrelle con questa forma così particolare, si accordano bene alle linee semplici e minimal dei mobili moderni e aiuta a dare movimento anche se sono elementi statici. Gli interior designer infatti hanno deciso di usare anche in piccole zone della parete o del pavimento questo tipo di piastrelle, per poter decorare in modo del tutto originale.Bagno-con-piastrelle-esagonali-3Il trend di questo momento è un richiamo alla tradizione! Le piastrelle esagonali, oggi realizzate in gres porcellanato, a molti di voi ricorderanno le cementine esagonali, cioè le piastrelle di un tempo fatte con una base in cemento che ancora oggi possiamo vedere in alcuni vecchi palazzi in stile liberty.097d22d5341bdfb1283f983978c6c6e3Se volete creare un ambiente di design con richiami vintage, allora è utile usare mattonelle a nido d’ape con colore grigio o con altre sfumature su queste tonalità neutre che sono adatte abbinate a mobili neri o bianchi. Tutto deve essere fatto in modo tale da creare dei simpatici contrasti tra le forme rigide degli arredi e i movimentati rivestimenti: tutto serve per poter rendere le stanze affascinanti e di sicuro appeal.AM LE TERRE 3.jpg.1600x800_q80_crop_upscaleBagni, cucine e soggiorni possono essere gli ambienti adatti per rendere vintage stanze moderne utilizzando le piastrelle esagonali. Una delle soluzioni più adatte per usare questo tipo di piastrelle in un ambiente moderno, può essere quella di unirle con altri tipi di pavimenti più moderni, come il gres porcellanato oppure anche con il parquet. Il contrasto tra questi rivestimenti così diversi, permette di creare ambienti di design molto belli. PIASTRELLE ESAGONALISicuramente il bagno è il primo ambiente dove ti suggerisco di valutare la possibilità di inserire le piastrelle esagonali, magari disposte in maniera asimettrica e a diverse altezze, come a lasciare intendere che si tratti di un disegno non finito ma studiato e di sicuro impatto! piastrelle esagonali

Geometrie per ogni superficie.

Uno dei trend del 2016 sono le geometrie; applicate su pareti, pavimenti, soffitti e tessuti.geometria

Gli ambiti di applicazione sono davvero infiniti, dalla moda all’arte, ognuno può trovare piacevoli motivi geometrici nel settore che più lo attrae.
Nell’ambito dell’interior design sono diverse le superfici che si prestano a supporto della grafica: pavimenti, pareti o elementi di arredo, le possibilità di scelta sono molteplici.
L’effetto decorativo può essere affidato al parquet, dove la posa effettuata alternando due colori crea piacevoli geometrie, oppure alle piastrelle del pavimento o a quelle di rivestimento delle pareti.geometrie

Quando si vuole dare personalità a una stanza non c’è niente di meglio delle geometrie.

Piastrelle e tessili con stampe dalle forme interessanti e colori intensi trasformano in un attimo qualsiasi ambiente, preferibilmente su sfondo bianco per risaltare.

Il bello di questa tendenza è che può essere incorporata in qualsiasi tipo di progettazione e di arredo, dall’ultra-moderno al vintage.

geometria
Guardate ad esempio come il disegno in bianco e nero riesca a far risaltare l’eleganza di tutta la stanza nel susseguirsi di triangoli di varie dimensioni!
geometrie
Nella progettazione d’interni, l’inserimento di elementi geometrici può dare risultati di grande impatto sugli ambienti. La carta da parati applicata sulla parete della testata del letto caratterizza fortemente la stanza.

Con poche e semplici mosse potremo regalare un fascino tutto nuovo anche agli ambienti più anonimi. Potremo puntare per esempio su nuove tende allegre e colorate, oppure su tanti grandi cuscini caldi e morbidi, o ancora, su vivaci teli dalle tonalità sgargianti per divani e poltrone…

geometrie
Via libera quindi a tende e tendoni decorati con allegri quadrati multicolor, a cui potremmo accostare poltroncine e divani tono su tono, per realizzare un soggiorno in perfetto stile vintage.
geometrie
Nel nuovo catalogo 2016 di Maisons du monde, compariranno combinazioni di materiali, elementi in stile origami, motivi geometrici e i colori pastello: una ventata di novità che richiama in pieno lo stile nordico!

Stile Jungle – paradiso esotico –

Ultimamente il cosiddetto “stile Jungle” sta prendendo sempre più piede non solo sulle passerelle ma anche in arredamento.stile jungle

Le ultime collezioni propongono una serie di accessori per la casa in Stile Jungle che hanno tutto l’intento di ricreare un angolo di paradiso esotico nel salotto.

L’accostamento di mobili in legno scuro o naturale a tessuti dai colori neutri come il lino, la juta o il cotone filato grossolanamente, mentre la pianta stessa, con le sue ampie foglie verdi ed appariscenti diventa quasi un elemento di design, riproponendosi in pattern su tessuti e carte da parati.stile jungleAnche l’ottone ed il metallo nero sono contemplati, quasi a voler creare uno stile Urban Jungle. I colori utilizzati invece si spingono oltre al verde, con dei toni che riprendono le sfumature dei fiori esotici e dei colori più tenui, addirittura quasi neutri, che hanno l’effetto di ammorbidire la luce e dare vita a spazi più soft e delicati.

stile jungle
Stile Jungle: Ornamenta è il nuovo marchio con il quale la nota azienda del settore ceramico Gammadue, si inserisce nel mercato della produzione di gres porcellanati con decorazione digitale. La collezione Jungle è un grande murales ceramico multicolore, espandibile a piacimento, impiegabile per caratterizzare pareti e ambienti. Il tema della serie è la fitta ed intrigata giungla africana, qui reinterpretata in disegni multicolori di tralci vegetali.

Lo stile Jungle regala alla casa freschezza, luminosità ed è perfetto se amate i colori, le tinte fantasia e i materiali naturali.
Uno stile eclettico che, nella sua versione più “integrale” si rivela perfetto per arredare la casa al mare ma, con qualche accortezza di design, regala anche agli appartamenti di città un’inaspettata ventata di leggerezza e di modernità. Fuori dai soliti schemi.stile jungle

Uno stile che fa subito primavera e voglia di viaggiare.

Una delle regole auree per ricreare lo stile tropicale è rendere gli ambienti più luminosi possibile.
Scegliete tende chiare e leggerissime per le finestre (in cotone o lino) che facciano passare la luce, optate per infissi e porte bianchi, scegliete un pavimento in legno grezzo chiaro e, se questo non fosse ancora sufficiente, ravvivate l’ambiente con colori caldi alle pareti: avorio, verde brillante o verde marino alle pareti (sempre abbinati al bianco).
Assolutamente da evitare i mix di colori troppo diversi tra loro: preferite piuttosto poche tonalità da abbinare in modo armonioso. Printed-Wallpaper

Banditi materiali ed elementi d’arredo in plastica e sintetici, se amate lo stile tropicale, meglio scegliere materie prime naturali ed ecologiche: legno, rattan e bambù.
Il bambù e il rattan, infatti, evocano immediatamente gli ambienti caldi e accoglienti tipici dei tropici: per arredare una zona living in stile tropicale, si può optare per un set composto da divano, poltrone e tavolino realizzati con questo legno leggero, ma anche contenitori e piccoli mobili.
La canapa e la corda sono perfetti per tappeti rustici e ampi eseguiti ad intreccio, i rivestimenti più adatti sono invece in cotone rustico, che lascia la trama in evidenza. stile JunglePer rendere l’ambiente ancora più esotico potete scegliere per le pareti di casa carta da parati in stile tropicale con disegni che ricordino la foresta, maxi foglie stilizzate e liane, così da rendere il muro una grande parete di vegetazione, quasi un trompe l’oeil.
Se invece non amate la carta da parati e preferite le pareti tinteggiate in modo uniforme, niente di più facile: giocate con stampe e quadri con soggetti tropicali e con tessuti a tema disegnati da appendere o cuscini per il divano. stile JungleDitemi se lo stile jungle non sta bene davvero dappertutto, dal soggiorno al bagno… pochi elementi decorativi sanno essere così piacevoli alla vista e versatili! Anche perchè le fantasie non devono essere per forza tutte uguali: le più gettonate sono palme e foglie di banano, ma nella cameretta dei bambini cosa c’è di più adatto di una folla di animali della savana?