Senza-titolo-1


La donna perfetta, è un essere quasi mitologico che, guarda un po’, si insinua nella quotidianità di tutte noi. (Je piacerebbe!)
La incontri a scuola, in palestra, al supermercato. Dappertutto.

La donna perfetta non è solo donna. Talvolta è madre, e qui ragazze, si apre un mondo a sè.
Già, perche la donna perfetta, nonché madre ancora più perfetta, sforna figli assolutamente straperfetti.
A cinque anni, sanno già cosa fare della loro vita e, sia chiaro: solo sogni ambiziosi. Dall’astrofisico in su.

La madre perfetta non sclera mai.
Sì, sclerare avete presente?

Quella cosa che fanno a volte le madri normali. O snaturate per alcuni. 😉

Tipo quando piove. Anzi no, diluvia! E tu sembri uscita dal set di rambo: zaino, borsa tua, che pesa più di quella del nano, galosce pronte all’occorrenza. Ombrellino, ombrellone. Chiavi della macchina, cellulare. La tua testa?! Pozzanghere della dimensione di un cratere vulcanico. Ovvio!
…Ma il segreto è non sclerare!

Oppure:
quando la mattina sei leggermente in ritardo. Leggermente. Tuo figlio impiega 25 minuti per assaggiare il suo latte, quindici per lavarsi i dentini, altri trenta per scegliere il giochino da portare in cartella.
E tu lì:
-Dai amore di Mamma, però, sbrigati!
-E lui: mamma fammi pensare quale gioco portare!
-Ok, amore. Veloce…E passa un’altra mezz’ora.
Nel mentre, il leggero ritardo si fa più insistente e tu:
-Amore di mamma muoviti! (Cazzo).

Fate finta di non averlo letto. Io non vi ho detto proprio nulla.

Dovete sapere che, la donna perfetta, certe parole non le usa affatto.
Caspiterina piuttosto.
Sempre. E poi diciamolo: lei, in ritardo non lo è mai.
Esiste poi, una dote in più…

Ma voi come le fate le lasagne?

Io bene! Io, che comprando la sfogliavelo Giovanni Rana, (non è un messaggio subliminale eh!), mi sento proprio realizzata! Io 😉

E invece no. Le vere donne (perfette) le lasagne le fanno con la pasta fatta in casa. A mano! Ore ed ore ad impastare felici. Il segreto della vera felicità.

E noi, povere illuse.

Insomma la donna perfetta c’è?
Beh se c’è, io scappo via. Lontano…
E voi?