Il suono della parola ordine – già di suo – mi lascia vagamente (o nettamente) perplessa. Ordine? Un concetto astratto a casa mia.

estrosità

Tipo, ordinare chi o che cosa? Ordinare la casa? Ahimè. Il mio ordine casalingo è sicuramente vicino alla parole disordine, per molti. Ma in fondo, cosa me ne frega?

O no?

Un po’ mi frega però. Dipende. Usualmente, il disordine infastidisce parecchio. A me stupisce invece, colui che crede nelle verità universali. Cos’è l’ordine poi? Un abitudine, un’effimera certezza, un modo di essere? Bene, tu sei così. Tu. Personale, anzi personalissimo. Il mio disordine, è il mio ordine. Mi viene in mente la scena tipica, di mia madre che, mi ordinava la cameretta da adolescente, e io, in crisi mezza isterica, non trovavo nulla – o quasi – perchè mi hai spostato tutto?! Avete presente? Mai successo? Riformulo: ma che significa ordine?

E poi io, da vera personalità a sfondo pseudo-artistico, posso sentirmi esonerata, dall’essere ordinata, o no? 😀

Vabbe’ dai! Un po’ sono migliorata, per forza di cose. Principalmente nel mio ex lavoro, dove quotidinamente maneggiavo denaro, (io? Sì, un lavoro all’antitesi di ciò che sono) ecco lì, ho dovuto imparare ad ordinarmi (o regolarmi) un pochettino. Ino, ino però. Uno sforzo non indifferente.

D’accordo, non si può vivere nel caos, ci sta, ci sta.! Sei pure mamma. Qualcuno ti dice. Come se una non lo sapesse! Fantasie folli in quei momenti 😉

Forzare qualcuno ad essere qualcosa che non è, lo trovate giusto? Domanda che non merita risposta. Mai, e dico mai, pretendere di snaturare il prossimo, come noi vorremmo. Amare vuol dire, amare a tutto tondo. Per me. Come costringere, una persona timidissima, a recitare in pubblico, quando odia stare al centro dell’attenzione. Vivi e lascia vivere. Io la penso così.

Magari sono strana (senza magari). Più che altro, a me, piace rispettare le peculiarità dell’altro. Il galateo comune, auspica per un sano senso dell’ordine supremo. Io lo prendo molto alla larga. Ho le mie idee, e le difendo.

Tolleranza e rispetto. Ok migliorarsi, senza voltare le spalle a se stessi. Io, amo la fedeltà.

Che ne pensate?