#PulitieFelici in cinque mosse? Yes, we can! (più o meno!)

Partecipo come testimone, a questa nuova e interessante campagna sociale. L’idea è davvero pertinente. Qualcosa in comune con molte di noi, se non tutte: l’ordine (preferisco la parola organizzazione) la pulizia domestica, il lavoro dentro e fuori casa, giocare coi figli, le attenzioni, le coccole. Noi stesse. Il mondo. Che siamo delle mezze eroine de’noantri, già lo sappiamo. Forse. Vedi titolo del mio blog 😉

Emancipare l’immagine della donna, dal ruolo della casalinga perfetta. Io lo faccio con una fotografia. Questa per la precisione. Unire l’utile al dilettevole?

#ComeSchiavizzareunMarito (sembra vero!)

#PulitieFelici

[Tweet “Ma chi lo dice che l’uomo che aiuta in casa non è virile? Sciocchezze!”]

Una casa fresca e pulita, è un luogo migliore. Un intimo senso, di immediata armonia, ci avvolge. Tangibile, quasi. Fa stare bene. Facile a dirsi. Nemmeno troppo difficile da perseguire: basta affidarsi a delle basilari regolette. Attiviamoci verso l’ottimizzazione casalinga. All together, sia chiaro.

Ho creato la mia personale lista: cinque semplici mosse salvasclero.

1) #Primalofacciomeglioè; frase dal retrogusto un po’ bacchettone. Frutto della mia esperienza nel dire:

vabbe’ lo faccio dopo!

Sbagliato. Sbagliatissimo! Avete presente quando lasci i piatti del pranzo, (vabbe’ li faccio dopo) e la sera ti ritrovi le stoviglie di un esercito, anzi due; e tu, non hai nemmeno una dannata lavastoviglie? Ecco, io sì! Parola d’ordine: poco, ogni giorno e subito. Evitiamo sfiancanti pulizie infrasettimanali.

2) #Collaborazione; il nano sistema e divide i suoi giochi nei contenitori. Ognuno, ha un disegno fatto da noi: macchinine, dinosauri, eccetera. Altrimenti stiamo tre ore a cercare non so: il terrificante T-Rex rosso? Collaborare l’uno con l’altro, fondamentale per non esaurirsi.

3) #MinimalisBetter; l ‘essenziale è visibile agli occhi in questo caso. L’istintiva voglia di sbarazzarsi di tutti quei gingilli inutili, che puntualmente, hanno bisogno di continue spolverate. Odio la polvere!

4) #IkeaforPresident; per una disordinata cronica come me, le soluzioni di forte impatto organizzativo stile Ikea, fanno al caso mio. In quel luogo sperduto, tutto è utile! Organizzare il disordine. Vi garantisco che funziona. Un modo per incanalare la propria energia.

5) #MarsigliaeMocio; due indispensabili. Il panetto di marsiglia bio è il tuttofare per eccellenza. Mai senza. Utile per i pavimenti (diluito), il bucato, a secco sulle macchie, sul piano cottura. Lo adoro! E poi il mocio. Sì, ho detto mocio. Qualcuno sarà sconvolto dall’annuncio. La verità è che, quell’intelligente oggetto, è un autentico salvaschiena. Pratico, veloce, anche tutti i giorni. Alleato della Desperate Housewife doc, come me.

Ah, dimenticavo: partecipate anche a questo divertente Contest fotografico. Trovare nel link tutte le info.

E adesso torniamo a noi. Vi piace questo messaggio sociale? Quali sono i vostri trucchetti per essere #PulitieFelici?

Prendete parte con un commento nel blog 😉