Aria tagliente,

che sa di neve bianca. Il tuo viso in cerca di un tiepido tepore. La primavera dentro. Fuori dalla finestra il vento selvaggio e gelido, irruente mette a nudo alberi rosso oro. Non domanda per piacere, no. Il cielo color ghiaccio racconta silenzioso. In cerca del colore. Pazzi cappelli parlano di te. Voglio  vivere ai Caraibi si intende?! Freddo, fa freddo. Nel letto avvolta dalle coccole di un piumone Disney. Soffice, tuo, nostro. Un caldo abbraccio in cui rifugiarsi. Stringersi.

loveus

Strade vive che fanno festa. Scintille di Natale. Già da ottobre è così, ma va bene lo stesso. Glitter e essenze d’inverno, tra passato e presente. Ora. Mamma, figlio. Gioco e maturità. Il profumo intenso di castagne fumanti, libero e chiaro nell’aria che respiri a pieni polmoni, ti avvolge e sa di buono.

 

Cioccolata calda e fondente con panna, nel tuo bar preferito. Insieme per scaldarci le mani. Il bianco e il nero. Amaro e dolce. Più dolce. I contrasti che uniscono di più. Una romantica fiamma di un camino che scoppia. Ad averlo però! 😉

cp1

Arriva dicembre. Algido, fascinoso, imperturbabile. Contrastante e forte. Il compleanno di mio figlio. Sole d’inverno che brucia quasi la pelle.

Assoluto amore di mamma che tutto può. Un’attesa letterina ricca di mondi segreti. Da mamma a bimbo, da bimbo a te. Caro babbo Natale, tu che sai proprio tutto, ma ami fartelo raccontare con sincerità. La bontà autentica, i capricci legittimi, troppi cartoni e le parolacce dette intimamente dalle mamme. Tutto cìò di più bello che vuoi per chi ami. Mito, ma come fai? Tu che comprendi quanto amore c’è nel mio cuore, nel cuore di ogni mamma che ama, tu ascolti speranza e sogni, e con coraggio cerchi di non deluderli. La bellezza del mondo, in una notte raccontata da te, e da chi crede in te. Fiducia, sorrisi e uno scudo di magia.

996652_10201226515810291_1287878528_n

Voi credete a babbo Natale?