Crea sito
dic
31
2010
0

Gennaio: cosa fare in giardino

A Gennaio dovremmo piantare le azalee e prestando attenzione al calendario lunare, durante la fase di luna piena mettere a dimora l’aglio e la cipolla. Durante la fase di luna calante invece si possono piantare gli alberi da frutto e ci si può dedicare alla semina di garofani e begonie.

Nel mese di gennaio inoltre, sempre che non sia troppo freddo andrebbero potate le rose e le ortensie; occorre anche lavorare il terreno per le semine future.

Written by Redazione in: balcone e giardino,piante | Tag:, ,
dic
28
2010
0

Dalle erbe alcune tisane per la digestione

Socuramente dopo il pranzo di Natale vi sarete sentiti gonfi; in vista del cenone di capodanno ed in previsione di una nuova abbuffata ecco alcune alcune erbe ad hoc che aiutano la digestione. Piccola ma doverosa premessa: no alle cure fai-da-te che spesso finiscono per causare ulteriori problemi. Affidatevi sempre a personale esperto come farmacisti o erboristi.

BASILICO

Sotto forma di tisana è un perfetto digestivo; inoltre, può essere usato per attenuare le infiammazioni alla gola.

ALLORO

Può essere consumato sia sotto forma di tisane che di infusi.

MAGGIORANA

Viene usata in cucina quando si condiscono alcuni piatti ma è anche un perfetto digestivo; viene impiegata anche in caso di nevralgie.

Written by Redazione in: nessuna categoria | Tag:,
dic
23
2010
0

La cornucopia di Natale

Mancano pochissime ore al Natale e se siete ancora alla ricerca di un centrotavola potreste optare per una cornucopia natalizia, un simbolo araldico che sta a significare abbondanza, concordia, felicità e provvidenza; viene detta anche “corno dell’abbondanza”.

Materiale occorrente per fare una cornucopia natalizia

- una cornucopia vuota
- rametti di pino
- ortensie
- rami con bacche rosse
- nastri, coccarde o altre decorazioni natalizie che avete in casa

Procedimento

Mettete insieme tutto quello che desiderate mettere all’interno della cornucopia posizionando per primi i rametti di pino. Passate poi a sistemare le ortensie e i rametti con le bacche rosse; infine decorate a vostro piacimento la cornucopia con le coccarde, i nastri e le altre decorazioni natalizie.

Written by Redazione in: fiori | Tag:,
dic
15
2010
0

Stelle di Natale, i consigli della Coldiretti di Teramo

Anche nel 2010 le Stelle di Natale si confermano protagoniste delle festività. La Coldiretti di Teramo ha suggerito agli acquirenti alcune informazioni utili, da tener presenti al momento dell’acquisto. Innanzitutto, occhio ai prezzi perchè, quest’anno, non c’è stato nessun ritocco di quelli all’ingrosso dunque sono ingiustificati gli aumenti eccessivi.

Tuttavia, può succedere, che i prezzi al dettaglio lievitino lo stesso, oltre a variare in base al periodo, al luogo d’acquisto, alla forma, grandezza e numero di fiori della pianta, per questo  la Coldiretti invita all’oculatezza nella spesa attraverso un confronto dei prezzi tra diversi punti vendita prima di scegliere dove comprare.

Quello che bisogna ulteriormente sapere sull’argomento Stelle di Natale, spiega ancora la confederazione degli agricoltori è la cura nel posizionare queste piante, che sono di origine messicana. Vanno messe in ambienti caldi e luminosi, hanno bisogno di poca acqua e, durante il periodo primaverile, va effettuata una potatura vigorosa.

Fino a novembre, inoltre, possono essere tenute all’esterno ma poi vanno riportate in casa in un ambiente poco luminoso che faciliti la crescita di nuove foglie e nuovi rami. Per quanto riguarda la concimazione, infine, occorre prediligere quelle a base di potassio e fosforo, soprattutto nel periodo autunno invernale in modo da prolungare la vita di queste piante così apprezzate, il cui nome deriva dal latino Euphorbia pulcherrima e che significa appunto “bellissima”.

Written by Margherita in: piante | Tag:,
dic
13
2010
0

Tulipani, giacinti e narcisi: Addobbi natalizi con i bulbi olandesi

Il Natale è alle porte, si accende il desiderio di rendere bella e accogliente la nostra casa, aprirla agli ospiti in una veste nuova e sorprendente. Accanto ai classici e tradizionali addobbi natalizi molti consigliano i colori e la freschezza delle bulbose olandesi, come Amarillis, Crocus, Giacinti, Muscari, Narcisi e Tulipani. Sul sito del Centro internazionale dei Bulbi da Fiore ci sono molti consigli utili che non deluderanno la voglia di stupire con abbellimenti originali.

Il Centro Internazionale dei Bulbi da Fiore è un’associazione no profit che rappresenta i principali coltivatori ed esportatori di bulbose olandesi. Fondato nel 1925, il Centro  ha sede a Hillegom in Olanda ed è attivo in 18 paesi nel mondo. Gli esperti del centro suggeriscono che i fiori olandesi sono particolarmente utili per abbellire candelabri, centro tavola e alberi di Natale; possono persino prendere il posto delle classiche palline!

I tulipani, ad esempio, hanno sfumature diverse, adatte allo stile di ogni casa. Etnico lo stile delle calde nuances dei tulipani, magico l’effetto dei giacinti blu e dei muscari viola, nordica la freschezza dei crocus e degli amarillis bianchi.

Bulbose primaverili che, recise o piantate, trasformano con poca fatica e ancor meno tempo ogni angolo e arredo domestico in uno spazio unico e speciale. Giacinti al centro della tavola e corone di narcisi come portacandele si accostano perfettamente alla tradizionale stella di Natale. Ma non solo: anche il classico abete di Natale può essere arricchito e illuminato con colorati fiori di bulbose. Idee originali e sicuramente sorprendenti che daranno ad ogni ambiente un aspetto nuovo e lasceranno a bocca aperta tutti i vostri ospiti.

Written by Margherita in: fiori | Tag:,
dic
10
2010
0

A Roma il “Natale dei cento alberi d’Autore”

A Roma torna l’appuntamento con “Il Natale dei 100 alberi d’Autore”, l’iniziativa che ogni anno mette in mostra una serie di lussuosi alberi di Natale, realizzati  da grandi della moda e del design. Giunta alla sua XVII edizione, quest’anno il ricavato della vendita dei 100 alberi sarà devoluto a favore della Fondazione Umberto Veronesi per il progetto ” Young Investigator Programme” che eroga borse di studio a giovani medici e ricercatori.

Fino al 16 dicembre sarà possibile ammirare ed acquistare le creazioni presso la sede dell’Accademia dei Lincei a Villa Farnesina, a Roma. Tra gli alberi di Natale che sarà possibile ammirare e acquistare ci sono quelli di Damiani, un abete stilizzato in lengo che richiama il profilo degli skyline metropolitani, Elizabeth Arden, albero decorato con 10 mila capsule a base di ceramidi, Carlo Pignatelli che ha realizzato un albero di natale gotico, interamente nero i cui rami sono impreziositi da bijoux di perle in onice e stelle e fiori.

Oltre ai grandi nomi, hanno partecipato anche alcuni giovani stilisti.

Written by Margherita in: piante | Tag:,

Theme: TheBuckmaker.com Best WordPress Themes