Muore per salvare il proprio gatto dal crollo del palazzo

INDIA: Madhav Barve era un signore indiano, aveva 60 anni e viveva con il suo amatissimo gatto nel villaggio di Thane, in India. Usiamo il verbo al passato perché Madhav non c’è più, se n’è andato insieme ad una dozzina di persone dopo il crollo di un condominio. Il disastro ha colpito tutto il villaggio, come racconta un funzionario del National Disaster Force indiano al “Mumbai Mirror”: «Quando abbiamo rimosso i detriti per cercare persone che vi fossero rimaste intrappolate abbiamo visto delle gambe. Si trattava di un uomo anziano che teneva un gatto fra le sue braccia».

gatto_india01-kWUH-U1060763973698K8H-700x394@LaStampa.it

Lo ha protetto fino all’ultimo, abbracciandolo e facendo scudo con il suo corpo: «Il felino era vivo – prosegue il funzionario – ma l’uomo era immobile. Il gatto è rimasto in braccio fino a quando non siamo arrivati noi». L’uomo, che ha perso la vita nel crollo del palazzo proteggendo il suo amato gatto, è stato identificato in seguito. Il suo gesto ha permesso al gatto di salvarsi e di uscire da quel disastro con ferite superficiali. Attualmente è in cura presso la locale Società per la Prevenzione della Crudeltà verso gli animali. 

«E’ una femmina di due anni – ha detto il veterinario, Sanjay Jadhav. L’incidente ha purtroppo danneggiato la spina dorsale e una zampa posteriore. Abbiamo comunque effettuato una radiografia e la gatta sta ricevendo tutte le cure necessarie».
La moglie e il figlio dell’uomo non erano in casa quando il palazzo e crollato, ma ricorderanno per sempre l’atto d’amore che ha permesso al gatto di continuare a vivere.

fonte lastampa.it

comments
Precedente Perché chi possiede un gatto e più sano di chi non ne ha? Successivo Gatta salva 8 cuccioli di riccio abbandonati