Dalla Germania a Dubai, l’avventura in moto di un uomo e della sua gatta

Un viaggio, un’avventura in sella alla sua moto. Martin Klauka è partito dalla Germania con destinazione Dubai. E con lui ha un compagno di viaggio molto speciale: la sua gatta Mogli incontrata per strada. «Sono stato in Marocco per un viaggio nel marzo 2017 quando ho incontrato Mogli, aveva circa due anni, era fragile e malnutrita, ho deciso di portarla con me in Germania con la mia bici. Se l’avessi lasciata per strada sarebbe morta, racconta il 31enne al Khaleej Times.  In tre mesi i due sono arrivati negli Emirati Arabi attraversando questi Paesi: Austria, Slovenia, Croazia, Bosnia, Montenegro, Albania, Macedonia, Grecia, Turchia e Iran.

«Ho intrapreso questo viaggio perché volevo cambiare la mia vita fatta di un lavoro da fare dal lunedì al venerdì. Volevo fare qualcosa di memorabile, così che quando avrò 80 anni non guarderò indietro e dirò “Ho trascorso tutte le mie giornate al lavoro, volevo fare qualcosa di cui sono orgoglioso quando sono più grande”.  «Non sapevo dove stavo andando e cosa avrei fatto, ma soprattutto non sapevo se la principessa Mogli sarebbe rimasta con me per tutto il viaggio. Avrebbe potuto scappare e trovarsi un posto migliore». Ma in realtà lei ama viaggiare tanto quanto il suo amico umano: «Mogli di solito si siede nella borsa del serbatoio di fronte a me. Quando raggiungo i 60 o gli 80 km all’ora, torna dentro la borsa e se ne sta lì tranquilla. Ha persino dormito dentro. In Iran a un certo punto ho guardato dentro e lei non ha alzato lo sguardo».

Tuttavia ha detto che non è sempre facile avere un gatto a bordo. «Ci sono state molte complicazioni,  in molti hotel non ti fanno entrare se hai un gatto con te. Allo stesso modo sono stato cacciato da ristoranti o negozi. E così qualche volta l’ho fatta entrare di nascosto perché non potevo farla stare fuori».

Precedente Ha solo due anni ma questo bambino già si prende cura dei gatti in difficoltà Successivo Un gatto malato di Aids viene curato a spese del comune, insorge la polemica