Lettera aperta ai genitori haters di staminchia

Genitori Haters

Normalmente non parlo mai di cronaca. D’altronde l’ho sempre detto: questo non è un blog serio. Consideriamolo pure una raccolta di cazzate, ricette e qualche tutorial. Non ho oltretutto le competenze linguistiche necessarie, la professionalità o anche solo la velleità di poter affermare che quanto scrivo possa arricchire l’intelletto del mio prossimo. Tutto ciò per dirvi che quello che andrò a scrivere è un … Continue reading

Merry Cinderella Christmas

Bene, ci siamo. È iniziata la settimana che meno tollero dell’anno. Non è che io voglia fare la pheega alternativa e acida (che ancora non ho capito se sia una moda o se c’è proprio un esercito di donne dalla vita sessuale insipida), tutt’altro. Io il Natale lo adorerei anche, solo che, accidenti, a festeggiarlo non sono solo io con … Continue reading

Di quando conobbi Pier Giacomo

Di quando conobbi Pier Giacomo

Oh, io vi avviso: questo non è per niente un post cosmo-friendly, vale a dire che se inorridite di fronte a uno shatush per il solo fatto che quest’anno va di moda il wob potete pure chiudere la pagina. [E tornare sul sito di cosmopolitan per scoprire come copiare i preziosissimi caschetti di Emma Stone che mi dicono che così si … Continue reading

Non il solito post sul 25 Aprile

25 Aprile

È venerdì 24 aprile ed ho già un gran mal di testa. Tralasciamo il fatto che domani probabilmente rimarrò imbottigliata in autostrada in mezzo agli amanti della scampagnata last-minute (cosa che due anni fa mi costò qualcosa come un’ora da Genova a Camogli dove ovviamente solo Gesù, camminando sulle acque, sarebbe riuscito a posteggiare) e attaccata alle ruote posteriori di … Continue reading

30 anni

Trenta

Ho un diario comprato in una libreria a Vancouver, due anni fa. La sua particolarità è che ogni data (ad esempio il giorno del mio compleanno, il 19 giugno) ha la pagina divisa in cinque sezioni, una per ogni anno. In questo modo tra tre anni avrò, su questa, le memorie di ben cinque 19 giugno. Che non so voi, … Continue reading

25 Aprile

Non aveva nemmeno più la saliva in bocca.La testa stava per girare, o per scoppiare. Doveva tentare di respirare.Poco.Silenziosamente.Il primo respiro gli provocò un dolore lancinante al petto, tutti i muscoli tesi gridavano vendetta; poi fece il secondo, e il terzo. Socchiuse gli occhi e provò a pensare ad un pomeriggio passato con gli amici a pescare.. le rane, grosse, … Continue reading

Buon 8 marzo

Riporto un dialogo realmente intercettato tra una forchettata di pasta e l’altra. -Eh ma per forza che ci sono le violenze sessuali.. guarda come vanno vestite in giro, la sera, e stan via fino a tardi in quelle discoteche…-  -Che poi.. adesso basta che le sfiori e partono le denunce.. ah si, si son fatte furbe va…-.  -Certo, tutto per … Continue reading

Occasionissime perse

Il modus operandi sembra essere onesto. La signorina che avrà qualche anno in più di me arriva davanti alla finestra che da sul cortile, mi dice chi è e per chi lavora.-La mia società blocca i rincari delle bollette per i prossimi due anni sulla fornitura di luce e gas–Se ha un depliant me lo lasci, comparo i prezzi con … Continue reading