#LunedìInsalatina: l’insalata del premestruo

Chi è donna lo sa, la fase premestruale è una delle prove che al Creatore quella storia della mela non è ancora andata giù e, come sottile vendetta, ci anticipa la peggior settimana del mese con l’umore di Sgarbi, la silhouette di Platinette e tanta, tanta voglia di schifezze ipercaloriche.

Se siete dei geni del male come me, che vi ostinate a ignorare qualsiasi forma di comfort-food quando andate alla spesa, la voglia di dolce potrebbe portarvi all’esasperazione facendo cose parecchio insane, tipo scovare nello sgabuzzino il panettone regalatoci nel 2009 (non scherzo, ne ho buttato uno l’anno scorso che aveva compiuto ben sei anni) e scofanarcelo piangendo davanti all’ingiusta eliminazione di Valeria da Bake Off 2015.

Ecco perché inizio l’appuntamento del #LunedìInsalatina con un’insalata che soddisfi la nostra voglia di dolce senza farci finire a “vite al limite”.

L'insalata del premestruo

IngredieNti:

(dosi per una persona – si, lo che solitamente sono quattro ma a cena vedo sempre che l’unica sfigata a mangiarsela sono io, quindi evitiamo gli sprechi):

Un cespo di lattuga di piccole dimensioni (o mezza busta se siete pigri).
Una manciata di orzo perlato.
Una pera Kaiser.
Tre prugne californiane secche (per esperienza personale vi sconsiglio di aggiungerne altre nel rispetto di chi vi sta accanto).
Una manciata di pinoli.
Mezza cipolla bianca.
Spumante dolce dimenticato nel frigo da almeno due capodanni.
Una scatola di gelato cioccolato-vaniglia.

Procedimento:

Come prima cosa preparatevi a piangere tagliando la mezza cipolla a rondelle. Mettetela poi a far bollire a fuoco basso in un pentolino con lo spumante (dovrebbe bastare un bicchiere, se sfuma tutto e le cipolle non sono ancora morbide aggiungetene ancora).

In un altro pentolino fate scaldare l’acqua e metteteci poi a bollire l’orzo.

Nell’attesa che tutto cuocia, sbucciate e mondate pere e prugne, tagliatele a dadini e date una passata in padella ai pinoli.

Lavate e tagliate l’insalata, mettetele in una ciotola e uniteci la frutta coi pinoli.

Una volta che le rondelle di cipolla saranno pronte scolatele e lasciatele intiepidire. Fate lo stesso con l’orzo.

Non vi resta quindi che unire il tutto, condire con un filo di oliomescolare tutti gli ingredienti e… sconfiggere il disagio del premestruo con l’insalatina di questo lunedì!

P.s. Dato che so benissimo quanto un’insalata sia inutile per placare la PSM, aprite pure la scatola di gelato a fine pasto, adagiatevi con copertina e fazzoletti e preparatevi a inveire contro le spose acide di 4 matrimoni Italia.

 

Precedente Di parenti, fine settimana e insalate del lunedì Successivo #LunedìInsalatina: l'insalata della grigliata