#LunedìInsalatina: l’insalata couscous

Ciao a tutti, so già che susciterò la perplessità degli amanti dello stiledivitasano:

siamo a inizi dicembre e sto facendo un’insalata il cui unico ingrediente non fuori stagione è, in quanto frutto della lavorazione di un cereale, il couscous.

Touché.

Il mio frigo non contiene esclusivamente verdura e frutta di stagione e probabilmente la percentuale di cibo biologico in casa si aggira al 20%. D’altronde non mi sono mai venduta come guru del benessere bio ma come una che, tra un live e un cambio pannolino, si inventa insalate per sentirsi a posto con sé stessa e con il suo amico immaginario a forma di finocchio salutista (che incarna il mio desiderio di stiledivitasano).

Il mio amico Fino
Il mio amico Fino contrariato dalla scelta degli ingredienti di oggi

Bene, dopo aver fatto outing (e accontentato l’altro mio amico immaginario: l’omino del SEO, il quale vuole post da minimo 300 parole) non vedo perché non preparare pentole e posate e passare alla ricetta di questo #LunedìInsalatina: l’insalata di couscous.

insalata couscous

Ingredienti

Due manciate di couscous
Cinque o sei pomodorini
Qualche foglia di rucola
Una carota
Semi di zucca
Formaggio grana

Procedimento

Anzitutto dedichiamoci al couscous.

Iniziamo preparando il brodo vegetale con cui lo farete cuocere: io solitamente vado col classico sedano-carota-cipolla ma voi potete sbizzarrirvi come meglio credete. Pulite, tagliate e mettete a bollire in acqua salata per un’oretta dopodiché frullate ed eventualmente allungate con l’acqua per non farlo troppo denso.

Altrimenti passate al lato oscuro della cucina e usate un dado vegetale.

Mettete il couscous in un piatto, versate il brodo caldo fino a ricoprirlo a filo e coprite tutto con un altro piatto. Lasciate riposare e, mentre aspettate che si cuocia, passate alla preparazione delle verdure.

Lavate anzitutto le verdure.

Tagliate a quarti i pomodorini, a rondelle le carote e sminuzzate la rucola.

In una padella antiaderente tostate velocemente (un minuto scarso per lato) i semi di zucca.

Passato il tempo di cottura (varia di marca in marca ma di solito sono sufficienti dieci minuti), sistemate il couscous nell’insalatiera. Aggiungete le verdure, i semi e mescolate.

Con un coltello (o con un pelapatate se, a differenza mia, riuscite a non portarvi via la pelle dalle dita) fate a scaglie il grana e aggiungetelo all’insalata.

Concludete col solito filo di olio d’oliva extravergine e buon appetito!

p.s. Sicuramente, dovendo cucinare solo due manciate di couscous, vi avanzerà del brodo. Non preoccupatevi, lasciatelo raffreddare e poi congelatelo che quest’inverno lo useremo per il #LunedìMinestrina 😉

 

Precedente #LunedìInsalatina: l'insalata delicata Successivo La social letterina