#LunedìInsalatina: insalata californiana

Pioggia, nebbia, nebbia, pioggia.

Il mio culo dice “esci e fai due passi che la serotonina ti sale e lasci stare la cioccolata” ma il cuore prontamente ribatte “col cavolo, rannicchiati in posizione fetale sul divano e aspetta il disgelo primaverile”.

In questa eterna lotta tra la pigrizia e la motivazione ho trovato un alleato nel #LunedìInsalatina di oggi che prende ispirazione, nientepopodimenoché, da quel pezzo di Stati Uniti in cui ho lasciato il cuore: la California (allego foto ricordo, così, per farvi capire)

California
Uno dei vari panorami californiani immortalati

Al suono di “californiaaaaa, californiaaaaaa, here we cooooooome” (cliccate qui se non avete riconosciuto questo ritornello) ritroviamo il sole dentro di noi recuperando un frutto che spopola ultimamente tra i food-blogger e le signore sotto il casco della permanente, un cereale nostrano e il nostro amico pomodoro che ci sta un sacco bene e col rosso ci regala un po’ di colore in queste giornate smorte.

Ecco quindi, pronta per voi, la ricetta dell’insalata californiana

E se ve lo state chiedendo NO, a sto giro niente lattuga: fa freddo e abbiamo bisogno di più calorie per sopravvivere.

Piccola nota: In questa ricetta ho usato riso vercellese. Senza tediarvi con spiegazioni varie (che potrete trovare qui), questo riso, della famiglia japonica, è più “cicciotto” e assorbisce i sapori: ecco perché consiglio di farlo cuocere in un brodo di verdure o di carne (nulla vi vieta di farlo in acqua salata, ovviamente). I risi della famiglia indica (come il basmati, dalla forma allungata) non assorbono alcun sapore durante la cottura risultando un accompagnamento neutro. A voi la scelta!*

ingredienti

70g di riso bianco carnaroli
mezzo avocado
quattro o cinque pomodori pachino
una manciata di olive nere
facoltativo: brodo vegetale
olio extravergine di oliva

procedimento

Per prima cosa occupiamoci del riso: se desideriamo insaporirlo possiamo cuocerlo con mezzo dado vegetale (o con il classico brodo fatto in casa con carote, zucchina, sedano e patata) oppure –mi raccomando non fatelo davanti a un vercellese– lasciatelo bollire in semplice acqua salata.

Nel mentre sbucciate, snocciolate e dadolate l’avocado.

Pulite anche i pomodori pachino e tagliateli in quarti.

Occupatevi adesso delle olive: sgocciolatele, lavatele e privatele eventualmente del nocciolo.

Quando il riso sarà cotto (in carenza di sbattimento sarete contenti di sapere che esistono i risi precotti) scolatelo, lasciatelo intiepidire e ponetelo in una ciotola per insalate.

Uniteci i pomodori, l’avocado, le olive e rimuginate.

Condite con un filo di olio extravergine di oliva e… buon appetito!

insalata californiana

 

 

Precedente #LunedìInsalatina: l'insalata rapida Successivo Dieci tipi di mamme da bannare dalla chat delle mamme