Ex che non hanno capito di essere ex: l’inizio di una tragedia annunciata.

Sei ad un aperitivo, è il week end e tu vuoi solo spegnere il cervello e goderti la vita.
Poi quella frase:
-Sai.. tra me e Luca non è più come prima-. Seguita da un muso lungo.
Ci siamo: la coppia storica sta per scoppiare e bisogna agire astuti come una faina per non farsi ingurgitare nella catastrofe incombente.
-Perchè? Cosa c’è che non va?-. Domandi ingenuamente. Non lo sai, ma ti sei appena schierata. Nella mente dell’aspirante single sei già diventata una spalla su cui piangere ogni volta che si sentirà giù, che nei primi tempi vorrà dire circa una decina di volte al giorno.
Comunque segue una serie di svariati motivi, più o meno plausibili.. ed ognuno dei quasi ex te li racconta sotto una luce diversa, tirando l’acqua al proprio mulino.
Poi l’annuncio.
-Eh si, alla fine con Luca ci siamo lasciati-.<

br />Da parte tua seguono frasi che per quanto dette con buon intento non serviranno a nulla, tanto la neo single starà comunque male (si, anche quelle che sbandierano il “così si che vivo meglio”, non credeteci, nein, non è vero!), non puoi far altro che cercare di fare affogare i brutti pensieri nell’alcool, nella nutella o nel gelato, da consumarsi magari con poca voglia, ma tutto pur di far felice l’amica.
E viene anche l’altra questione: chi esce con chi?
Se la coppia è rodata e conosci tutti e due.. cosa fai alla cena del compleanno? All’aperitivo del venerdì? Per quel concerto? E se l’ex di lei è tanto amico con il tuo lui? O se è comunque molto amico anche con te? Cosa succede?
Non ho mai visto ex uscire pacificamente insieme subito dopo la rottura. Possono esserci 40 persone in compagnia, ma non capita. E tu all’improvviso ti senti come i figli dei divorziati, che il sabato lo fai con uno e la domenica con l’altro; prima o poi l’argomento si sfiora e tu ti becchi lo sfogo di uno e lo sfogo dell’altro, che tanto se vuoi esprimere delle tue considerazioni (“si però effettivamente eri un po’ troppo gelosa eh” o “beh, non è che tu sia stato molto simpatico con le sue amiche…”) NON lo puoi fare, pena gli insulti o due ore di lacrime e frasi sconnesse. Prima o poi capiterà anche la drammatica coincidenza in cui lei avrà un disperato bisogno di te e tu, senza immaginare cosa sarebbe successo, dieci minuti prima hai detto si al week end fuori porta con lui; ti dirai che te la potrai cavare dicendo un generico “uh no.. non ci sono.. ho già un impegno” ma lei capirà e, tanto per cambiare, ti ricoprirà di insulti.. e sti atteggiamenti gelosi-possessivi che nemmeno il tuo partner avrebbe per te continueranno.. per molto o poco tempo… Il tempo per trovare il rimpiazzo.
Così partiranno anche gli interrogatori, magari quando tu la nuova fiamma manco l’hai incrociata.
“Con chi si è messo? Con quella la?? Mah, mai vista in giro”.
“Ah si, sarebbe simpatica, eh?”
“Ah, niente di che.. beh si, un’altra come me non la trova di certo…”
Dall’altro sesso avrai qualcosa tipo:
“Lui? LUI? Ma se a lei il calcio faceva schifo, con quello s’è messa???”
“Ah si, certo.. voglio vedere quando lui capisce che personaggio è, voglio vedere se avrà tutta la pazienza che ho avuto io!”.
“Lui? Quello lì? Ma è brutto!” Eh si, anche i maschietti fanno questi confronti. Purtroppo. Sperate solo che non parta la gara al “ti rinfaccio quanto sia bravo il mio nuovo moroso”, in cui ti dovrai anche sorbire gli elogi del nuovo partner.. ma non tanto perchè siano veri elogi, quanto per fare in modo che a te, parlando con l’ex, capiti di far sapere (come non è dato saperlo) quanto sia bravo e fenomenale il nuovo moroso della tua amica, nonchè sua ex.
Vi resta solo sperare che il tempo passi… che i due facciano pace col cervello il prima possibile, magari rendendosi conto che gli amici sono pur sempre esseri umani con una pazienza limitata, che oltre un certo limite di tempo torturarsi coi ricordi del precedente rapporto diventa un’ossessione sadomasochistica…
E se entro qualche anno ai vostri amici, nonostante nuove vite sentimentali, nuove compagnie, nuove esperienze di vita, non passerà la voglia di rompersi i maroni a vicenda rompendo anche i vostri di riflesso.. rassegnatevi.. sarete incappati nei famigerati “ex che non hanno capito di essere ex“.

Precedente 1 Febbraio Successivo Buon 8 marzo

2 commenti su “Ex che non hanno capito di essere ex: l’inizio di una tragedia annunciata.

I commenti sono chiusi.