#VacanzeToscane: Livorno

Mi ci è voluto un anno, ma alla fine ce l’ho fatta: ho recuperato dal plico di fogli onnipresente sulla mia scrivania gli appunti delle mie #VacanzeToscane. Appunti rapidi, presi tra un morso a un panino ed una corsa dietro al Nanetto, seduta comodamente ad un tavolino o rannicchiata su qualche roccia.. insomma, roba facilmente leggibile anche per chi, come … Continue reading

Di ciaspolentata e weekend romantico

Panorama casentino

Con “solo” un mese di ritardo eccomi qui a raccontarvi di quel week end in cui io e marito abbiamo lasciato il pargolo ai nonni per partecipare ad una rigenerante ciaspolata ciaspolentata in quel del casentino. Che poi, ad essere sinceri, non era tanto il desiderio di ciaspolare (cosa che avremmo potuto fare a pochi km da casa): era più il “polenta” … Continue reading

Di mammitudine e streetfood

Fin da quando l’evento è apparso sulle nostre bacheche bianche e blu, marito ha stressato senza pietà. Andiamo tutti quanti allo Street Food Village a Novara. Ora, di norma i vercellesi schifano i cugini novaresi (specie in periodo di derby); tuttavia, l‘edizione dell’anno scorso a Vercelli ci ha spinti a mettere da parte le diatribe campanilistiche e a rituffarci nella calca di … Continue reading

Il profumo di Vecchio

Il profumo di Vecchio

Nella top ten delle domande riguardo la nostra vita da neo-genitori, subito dopo le intramontabili “dorme la notte?” e “ne hai di latte?”, compare: “Ma adesso col bimbo come fate a fare tutti i vostri viaggetti?”. Spesso rigirata in varianti più o meno acide tipo: “Certo che adesso addio viaggi, eh…”. “Sarà dura per voi starvene sempre a casa col bimbo…”. “Eh, … Continue reading

10 pessime categorie di passeggeri in cui puoi incappare viaggiando in treno

Se pur amando l’ambiente e odiando a morte i rincari della benzina continuo a viaggiare in macchina, anziché in treno, ci sarà un perché. Vorrei evitare di cadere nelle solite polemiche sui treni sporchi, rotti, perennemente in ritardo e sui rincari che Trenidimerditalia, ops, Trenitalia rifila ogni anno ai suoi utenti: tanto non sarò certo io a cambiare le sorti … Continue reading

Di California e forma fisica

Per salvare la mia già fragile autostima, mentre negli anni passati guardavo i personaggi di Beverly Hills 90210, Baywatch o qualsiasi altra serie/film/trasmissione ambientata in California, mi dicevo: è chiaramente, sicuramente, incommensurabilmente tutto un fake. Maffiguratisesonotutticosì (detto o pensato tutto d’un fiato), se davvero sti’ ragazzoni son tutti dotati di deltoide gonfio e gluteo michelangiolesco e le tipe tutte Barbie … Continue reading

Ritorniamo alle vecchie abitudini

Bene, torniamo alle vecchie e sane abitudini.Scrivere su questo blog.Non è che non ho idee.. è che ho troppo, troppo da raccontare: del Canada, dell’insonnia, delle soddisfazioni fotografiche, della nuova arrivata in casa Zanetti (Asia, cucciolo di pastore svizzero) e di qualche progetto artistico. Sul Canada poco da dire, è una nazione meravigliosa; l’anno scorso ho visitato le città a … Continue reading

Cagate canadesi

Ucluelet, Vancouver Island.. Io e coniuge stiamo contemplando la baia battuta da vento, pioggia e le onde del pacifico. Io: Amore guarda! Due piccoli leoni marini!Lui: Guarda la!!! Un’aquila reale!Io -canticchiando-: Un gatto, un topo e un’elefante.. Non manca più nessunooo!Robi: ????? Sapevo che l’infanzia in oratorio mi avrebbe causato qualche danno.. E vi lascio con qualche testimonianza fotografica di … Continue reading

Canada, eh?

Ho provato e riprovato durante le varie pausa-cibo-bisogni a scrivere un post. Non è per niente facile. Anzitutto quando sei in posti tipo il Banff Natonal Park e passi poi per Yoho NP, la Icefield Hgw e infine prosegui per Jasper, è difficile anche solo andare avanti.Siamo in un periodo di fermento: gli orsi si stanno rimpinzando (simpatico il cartello … Continue reading

Everything in America is big.

Ce l’ho fatta, il mio cervello ha più o meno agganciato il fuso orario italiano, capito che la lingua di  default è ITA e soprattutto il mio stomaco ha incamerato un quantitativo sufficiente di verdure. Ecco, dedicherei il post all’alimentazione americana.. anche perchè ogni volta che torno dagli USA la domanda più frequente (quest’anno però battuta da: “Ma hai visto … Continue reading