Buon 8 marzo

Riporto un dialogo realmente intercettato tra una forchettata di pasta e l’altra.

-Eh ma per forza che ci sono le violenze sessuali.. guarda come vanno vestite in giro, la sera, e stan via fino a tardi in quelle discoteche…- 

-Che poi.. adesso basta che le sfiori e partono le denunce.. ah si, si son fatte furbe va…-. 

-Certo, tutto per spillare soldi a noi poveracci.. che le manteniamo, facciamo regali.. e poi, passa il primo superdotato e ci salutano-. 

-Ah ma a quella li sta bene.. e si, piangi, nè.. la prossima volta vai in giro con una gonna un po’ più corta-. 

-Diceva bene mio nonno, devono stare in casa! Altro che lavoro e carriera… poi tirano su dei figli che son peggio degli zingari!- 

-Ah, le donne d’altri tempi non ci sono più.. quelle che si occupavano della casa, dei figli e del marito.. l’uomo arrivava a casa e via, pronta la cena.. e sempre a chiedere il permesso per i soldi…-. 

-Quelle che non facevano casino per scappatelle del marito.. si, bei tempi.. adesso prova anche solo a guardare il culo di un’altra, arriva la lettera dell’avvocato-. 

-Oh ma che credi.. è una strategia, una strategia! Anche a lavoro.. la carriera la fanno così, andando a minacciare di denuncia chiunque.. “promuovimi o di denuncio per violenza sessuale!” e vincono! perchè trovami un giudice che dia loro torto…-. 

-Aaaah, zoccole-. 

-Si, ormai ci sono più solo zoccole-.

E che dire per concludere?<

br />Si.. buon 8 marzo, in ritardo… che poi tanto da festeggiare non c’è..

Precedente Ex che non hanno capito di essere ex: l'inizio di una tragedia annunciata. Successivo Confessioni di una figlia apparentemente diligente.

Un commento su “Buon 8 marzo

I commenti sono chiusi.