Barrette energetiche light senza forno

Che ne direste di preparare delle barrette energetiche che siano leggere, solo 3 punti Weight Watchers per pezzo, e facili da realizzare? E magari che non abbiano nemmeno bisogno della cottura in forno? E io quando ho visto queste barrette energetiche su un sito di ricette light americano non ho potuto resistere: talmente semplici che le ho fatte subito!

Barrette energetiche light senza forno, Mangia senza Pancia

Il risultato è stato sorprendente: sono morbide ma croccanti, dolcissime ma senza essere stucchevoli! E poi sono piene di ingredienti sani, saporiti e appunto… energetici. E’ una barretta che ti sveglia insomma!

Barrette energetiche light senza forno, Mangia senza Pancia

Sono ideali per tanti momenti della giornata: al mattino quando non si ha tempo per sedersi a fare la colazione, per merenda anche con il tè pomeridiano e, ovviamente, perfette come snack da mangiare prima di andare in palestra a fare attività fisica! Bastano pochi ingredienti e saranno pronte in poco tempo…

Referenze: Homemade No-Bake Energy Bars


Barrette energetiche light – la ricetta


Informazioni

Tipo: Colazioni, Merende, Dolcetti
Porzioni: 8 barrette
Preparazione: 15 minuti + circa 30 minuti di riposo
Cottura: 2 minuti
Difficoltà: facile
Punti Weight Watchers ProPoints totali = 25
Punti Weight Watchers ProPoints per porzione = 3


Ingredienti

Barrette energetiche light senza forno, Mangia senza Pancia

45 g mandorle pelate
15 g semi di lino
20 g cocco secco grattugiato
10 g farro, kamut o orzo soffiato 
10 g mirtilli rossi secchi
15 g semi di zucca
10 g uvetta
85 g miele 
1 pizzico di sale
1/4 di cucchiaino di aroma di vaniglia
2 spruzzi di olio spray o un goccio di olio


Procedimento

Barrette energetiche light senza forno, Mangia senza Pancia

Innanzitutto misurare per bene tutti gli ingredienti. Ridurre a pezzetti, in maniera molto grossolana, i semi di zucca, la frutta secca e le mandorle e metterli in una ciotola assieme ai semi di lino, il cocco secco e i cereali soffiati di vostra scelta. Preparare una teglia da circa 18 cm di lato spennellandola con pochissimo olio. Dopodiché mettere in un pentolino sul fuoco il miele assieme al pizzico di sale e all’aroma di vaniglia.

Barrette energetiche light senza forno, Mangia senza Pancia

Il miele deve cuocere per circa 1 o 2 minuti, giusto il tempo di arrivare a bollire. A quel punto spegnere e versare subito nella ciotola con tutti gli ingredienti e mescolare molto bene rapidamente. Se sembra troppo liquido porre di nuovo sul fuoco a fiamma bassa e continuare a mescolare ancora per un po’: deve diventare bello appiccicoso ma non troppo solido altrimenti poi non si riuscirà più a stenderlo! A questo punto versare velocemente nella teglia, stendere e livellare bene anche ai lati in modo che il tutto resti ben compattato senza spazi. Lasciar raffreddare per almeno 20 minuti dopodiché  con una spatola staccare leggermente i bordi dell’impasto e ribaltare la teglia direttamente su un tagliere battendola delicatamente per sformare l’impasto delle barrette senza romperlo.

Barrette energetiche light senza forno, Mangia senza Pancia

Far riposare per altri 5-10 minuti in modo che anche l’altro lato dell’impasto si raffreddi per bene e poi tagliare in 8 porzioni rettangolari. Volendo si possono ulteriormente tagliare in 16 quadrati da 1,5 PP a pezzo. Le barrette restano comunque un po’ morbide se non vengono messe in frigo e quindi, volendo gustarle subito, è meglio farle più piccole.

Barrette energetiche light senza forno, Mangia senza Pancia

Per refrigerarle avvolgere le barrette energetiche in carta forno onde evitare che si attacchino l’una con l’altra, anche sovrapponendole come in foto, e poi metterle in una bustina di cellophane. Restano ottime in frigo anche per un mese, come ho potuto verificare io stessa.

Barrette energetiche light senza forno, Mangia senza Pancia

Ed ecco le barrette energetiche pronte: sono tanto profumate e veramente dolci! Ma, come dicevo prima, non stucchevoli. E’ l’effetto del miele che le rende così dolci e golose ma per fortuna è solo dovuto agli ingredienti usati e non a quantità industriali di zucchero! Lasciano un ottimo sapore in bocca e sono veramente perfette quando ci serve qualcosa per tirarci su o in preparazione per una bella camminata o una lezione di zumba!

Barrette energetiche light senza forno, Mangia senza Pancia

Qui a casa sono piaciute molto! Come vedete la mia gatta, detta La Rossa, è rimasta lì a sorvegliare il set fotografico… sembra dire “tu e la macchina fotografica non vi sareste mai dovute incontrare” Ha Ha e in effetti tutti i torti non aveva, visto che fare le foto per queste barrette energetiche non è stata una semplice operazione in un giorno di pioggia! Spero che gradirete questa ricetta, attendo le vostre foto sulla mia pagina facebook!

Enjoy!

by Giovanna Buono 

 

segui Mangia senza Pancia su facebook la Newsletter di Mangia senza Pancia

 

 

36 Comments on Barrette energetiche light senza forno

  1. Angel Ros
    27 gennaio 2017 at 7:17 pm (3 mesi ago)

    Ciao
    ho provato un paio di volte a fare la ricetta senza variazioni. Sono veramente buone ma restano molto morbide anche dopo essere state in frigorifero. Usi per caso un miele molto cristallizzato? Suggerimenti per farle solidificare un po’? Grazie e complimenti

    Rispondi
    • Mangia senza Pancia
      28 gennaio 2017 at 8:53 am (3 mesi ago)

      Ciao Angela 🙂 Io uso un millefiori bio che trovo qui in Olanda al supermercato… L’unica cosa da fare è provare a versare tutto il mix di frutta secca nel miele e lascia cuocere a fiamma bassa un po’ per far evaporare e solidificare meglio. Alcune persone mi hanno detto la stessa cosa ma a me restano sode, non rigide, ma sono compatte… Non saprei suggerire altro…

      Rispondi
    • renso
      17 marzo 2017 at 2:23 pm (1 mese ago)

      fai arrivare a 130° C il miele.

      Rispondi
  2. Alice
    2 maggio 2016 at 9:58 am (12 mesi ago)

    Ciao è la prima volta che scrivo.
    Ho fatto queste barrette ma sono risultate compatte ma morbide.
    Ti scrivo cosa ho messo:
    45gr mandorle
    15gr noci
    25gr riso soffiato (non avevo i semi di zucca e ho sostituito con questo)
    10 gr di uvetta
    10 gr bacche di goji (al posto dei mirtilli)
    65gr di miele
    sale

    ho diminuito il miele perché ho usato meno ingredienti (per esempio ho omesso il cocco e ho sostituito i semi di zucca), sanno troppo di miele. Riesco a tagliarle ma rimangono morbide nonostante siano state in frigo tutto il giorno.
    come mai?
    Vorrei provare a metterci il cioccolato la prossima volta, cosa ne dici? ps: non ho problemi di peso.
    grazie

    Rispondi
    • Mangia senza Pancia
      2 maggio 2016 at 11:18 am (12 mesi ago)

      Beh hai variato la ricetta Alice… è una questione di provare e riprovare per ottenere la consistenza giusta. A me sono venute bene con gli ingredienti e le proporzioni che ho indicato… e ad alcune lettrici comunque vengono un po’ morbide o non si compattano. Forse sarà il miele. Una signora ieri su facebook mi ha detto che aggiungendo dello zucchero al miele le si compattano bene, se non hai problemi di peso e quindi non ti importa che le in punti WW aumentino potresti provare no? 😉 Fammi poi sapere!

      Rispondi
  3. Conchita
    6 aprile 2016 at 8:35 pm (1 anno ago)

    Ciao, posso sostituire il farro o i semi di lino con i fiocchi d’avena? Grazie

    Rispondi
    • Mangia senza Pancia
      7 aprile 2016 at 3:58 pm (1 anno ago)

      Conchita puoi provare ma la consistenza è talmente diversa che poi non so che succede quando aggiungi il miele! 😉

      Rispondi
    • Conchita
      7 aprile 2016 at 4:17 pm (1 anno ago)

      Ma tu l’orzo soffiato dove lo trovi? Qui a Merksem/Anversa ho difficoltà…forse non cerco nei posti giusti.

      Rispondi
      • Mangia senza Pancia
        8 aprile 2016 at 8:26 am (1 anno ago)

        oh scusa Coco, avevo letto “perlato” e tu invece intendi soffiato! Hai ragione, quello è difficile da trovare, io lo prendo in Italia e ora infatti l’ho finito… ho anche appena fatto una veloce ricerca su internet e non si trova qui in Olanda 🙁 L’unica mi sa è provare nei negozi asiatici che a volte hanno dei prodotti italiani!

        Rispondi
        • Mangia senza Pancia
          8 aprile 2016 at 9:18 am (1 anno ago)

          Coco puoi scrivere i commenti qui sotto al post e non tramite email? Altrimenti poi chi legge non capisce niente 😀

          Dunque mi hai scritto “Scusami ancora…con che posso sostituirlo? Mi interessa molto questa ricettina. Grazie ancora, Conchita” e io ti rispondo che puoi usare un qualsiasi altri cereale soffiato. Se trovi il farro soffiato ad esempio, va benissimo, ma anche solo il riso soffiato! 😉

          Rispondi
  4. giovanni mandi
    23 novembre 2015 at 11:04 pm (1 anno ago)

    Sembrano davvero spettacolari, nessuna ipotesi sui valori nutrizionali?

    Rispondi
    • Mangia senza Pancia
      24 novembre 2015 at 9:36 am (1 anno ago)

      Giovanni no, mi spiace, io mi limito a calcolare i punti Weight Watchers. Però gli ingredienti sono scritti con precisione, puoi calcolare tu i valori nutrizionali con qualche programma online 😉

      Rispondi
  5. Nadia
    10 novembre 2015 at 7:39 pm (1 anno ago)

    ciao cara…ho provato a fare le barrette…ma dopo ben un’ora che riposano nella teglia ho provato a staccarle con una spatola ma si rompe tutto…non si sono indurite, come faccio?

    Rispondi
    • Mangia senza Pancia
      10 novembre 2015 at 8:39 pm (1 anno ago)

      Nadia anche mettendo in frigo? Che strano… hai fatto qualche variazione?

      Rispondi
      • Nadia
        10 novembre 2015 at 10:43 pm (1 anno ago)

        invece dei semi di lino ho messo i semi di chia perchè non li ho trovati e poi ho messo il riso soffiato. Proverò a metterle in frigo magari domani si sono solidificati…grazie della risposta!

        Rispondi
        • Mangia senza Pancia
          10 novembre 2015 at 11:53 pm (1 anno ago)

          Nadia e allora è strano… ok magari il riso soffiato poteva assorbire un po’ ma rimanere morbide al punto di non poter tagliare le barrette mi sembra strano. Anche i semi o di lino o di chia beh dovrebbero avere lo stesso effetto con il calore del miele. L’unica cosa che mi viene in mente è che o hai misurato male il miele o non hai operato velocemente a mescolare quando il miele era bollente. In tal caso potrebbe essere che il miele non si è distribuito bene!!! E mi spiace :/

          Rispondi
          • Nadia
            11 novembre 2015 at 2:02 pm (1 anno ago)

            capito…vorrà dire che proverò un’altra volta!ti farò sapere…. =)

  6. Mirella
    15 settembre 2015 at 8:54 pm (2 anni ago)

    Bella idea queste barrette! Volevo chiederti se posso sostituire il cocco con altro… non ho una gran passione per il cocco. Grazie e complimenti!

    Rispondi
    • Mangia senza Pancia
      16 settembre 2015 at 12:22 am (2 anni ago)

      Ciao Mirella… io proverei con la farina di mandorle! Però non sono certa al 100% eh, se non provo io non posso esserlo! Se tu provi fammi sapere ok? 🙂

      Rispondi
  7. Maryam
    6 settembre 2015 at 10:21 am (2 anni ago)

    Le barrette sono deliziose!!! Le ho tagliare a quadrettini e non so piu quanti quadrotti ho mangiato☺️Talmente erano buoneeee. Brava Giovanna, ogni tua ricetta che provo è un successo. Grazie!

    Rispondi
  8. Maryam
    5 settembre 2015 at 4:10 pm (2 anni ago)

    Ciao! Barrette fatte!!! Ma sono in frigo a riposare prima di tagliarle. Da me fa tanto caldo quindi non volevo fare disastri! Non vedo l ora di assaggiarle. Verdetto tra qualche ora.

    Rispondi
  9. Nadia
    3 settembre 2015 at 12:01 pm (2 anni ago)

    Ciao!i mirtilli secchi non li ho mai visti si possono sostituire con altro?e invece delle mandorle vanno bene le noci?o hanno punti diversi?

    Rispondi
    • Mangia senza Pancia
      3 settembre 2015 at 11:15 pm (2 anni ago)

      I mirtilli secchi li puoi sostituire con le amarene secche per esempio, oppure con uvetta chiara… Eh si le noci hanno i punti più alti tra la frutta secca!! Ma puoi fare il conto e vedere la differenza 😉

      Rispondi
  10. Lele
    28 giugno 2015 at 7:48 pm (2 anni ago)

    Voglio fare queste barrette, ma ho trovato solo i mirtilli zuccherati, ho inserito tutti i valori nel calcolatore punti e i 10 g. previsti dalla ricetta hanno un valore di 0.9 PP.
    Devo considerare sempre 3 punti per porzione o di più?

    Rispondi
    • Mangia senza Pancia
      29 giugno 2015 at 9:33 am (2 anni ago)

      Ciao Lele, se è circa 1 PP per 10 grammi allora i punti restano 3 PP a barretta 😉

      Rispondi
      • Lele
        30 giugno 2015 at 8:28 am (2 anni ago)

        Grazie Giovanna, oggi le preparo così avrò degli ottimi spuntini.
        Con la dieta purtroppo ho perso 3 kg e lì mi sono fermata, sai quando i miei nipoti stanno con me non riesco a seguirla molto.
        Spero di avere la costanza di continuare. A presto

        Rispondi
        • Mangia senza Pancia
          30 giugno 2015 at 10:39 am (2 anni ago)

          Eh beh, goditi i nipoti per ora, cerca di non esagerare con le porzioni semmai 😉 Comunque ci sono tante ricettine mie che puoi fare anche per i tuoi nipoti no? 😉

          Rispondi
          • Lele
            30 giugno 2015 at 12:24 pm (2 anni ago)

            Sicuramente, solo che devo mettere più condimento e in più 2 dei tre non mangiano verdure, solo zucchine in padella.
            Seguirò il tuo consiglio: porzioni ridotte. Poi mi deve anche arrivare la friggitrice senza olio, come quella che hai tu, penso sia un valido aiuto.
            Grazie dei tuoi consigli.
            Ps:le tue melanzane a barchetta hanno avuto un gran successo.

          • Mangia senza Pancia
            30 giugno 2015 at 9:42 pm (2 anni ago)

            Beh Lele sono certa che volendo il modo lo trovi e già solo se ti fai porzioni più piccole e aggiungi solo per te delle verdure andrai bene. E darai anche il buon esempio 😉 Fammi sapere come ti trovi con la friggitrice eh, sono curiosa 😉 E sono contenta per le melanzane!!

  11. Teresa bianchi
    27 giugno 2015 at 9:33 pm (2 anni ago)

    Davvero speciali queste barrette energetiche Complimenti!

    Rispondi
  12. rosy
    8 giugno 2015 at 12:44 pm (2 anni ago)

    Non ho provato ancora qsta ricetta, ma ho intenzione di farlo, perchè mi sembra invitante e ottima per evitare spuntini nei bar, grazie

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *