Lo dicono i fiori

L’Iris è collegato alle buone notizie. Per la sua varietà di colori e sfumature ha il nome della divinità greca Iride, ossia la messaggera degli dei che usava l’arcobaleno come ponte tra l’Olimpo e la Terra. Il Giglio, con il suo colore bianco, lo si associa alla purezza e nobiltà d’animo sebbene se ne trovino in tanti diversi colori e sfumature. Il Giglio, secondo la leggenda, nacque da una goccia di latte caduta dal seno di Giunone nell’allattare il piccolo Ercole. E’ il fiore adatto per le spose e per far sentire ogni donna come una regina. Il suo nome significa “fiore del vento”, secondo la mitologia greca l’Anemone era una bellissima ninfa trasformata in fiore dopo che fece innamorare Zefiro (vento primaverile) e Borea (tramontana). La sua delicatezza è legata al candore ma anche ai sentimenti transitori. L’Anemone si può regalare a una persona che vorremmo più vicina dalla quale ci sentiamo trascurati. 

Precedente Succo di spinaci con frutta mista Successivo Horticultural Therapy