TEST LIBROSO: Che lettore sono?

TEST LIBROSO: Che lettore sono?

1 . Hai voglia di leggere un nuovo libro perché ne hai appena divorati cinque di fila e adesso non ti ricordi neanche più come ti chiami. Cosa fai?

A) Corro dal mio libraio di fiducia, lui di certo saprà consigliarmi!
B) Ovvio, cioè, no? Sfoglio il Corrieve della Sera e scelgo fra i titoli in classifica
C) Bah, non saprei. Mi faccio un giro su Amazon e vedo qualche titolo in offerta, ma prima pubblico su Facebook la classifica con la posizione del mio ultimo libro

2 . Il primo libro che hai letto è stato:

A) Piccole donne
B) Guerra e pace di Lev Tolstoj. E avevo solo 8 anni
C) Il piccolo principe

3 . Quando hai un momento libero preferisci leggere:

A) Romanzi rosa
B) Saggi oppure, cioè, i grandi classici
C) Veramente preferisco scrivere, devo completare il mio quinto libro: ho tutto in testa

4 . Se fossi uno scrittore famoso vorresti essere:

A) E.L. James, l’autrice delle Sfumature
B) Indeciso, molto indeciso. Forse Umberto Eco oppure Goethe
C) Alessandro Baricco, non ho dubbi!

5 . All’amico/a del cuore regalerai per Natale:

A) Un abbonamento a Grand Hotel
B) Indeciso, molto indeciso. Pensavo a tutta la collezione di Alla ricerca del tempo perduto di Proust in versione originale.
C) Il mio ultimo libro con dedica, naturalmente!

Ora, in base alle risposte date, leggete il vostro profilo.
Profilo A: che lettore sono? – Mrs Seasoned
Se hai scelto più risposte di tipo A sei, probabilmente, una donna ed inguaribile romantica. I tuoi capelli ricordano vagamente quelli di Miranda Priestley de Il diavolo veste Prada (ma come fa ad averli sempre così perfetti!), ma i tuoi gatti e i divani graffiati dicono che siamo molto più vicini alla gattara dei Simpson in versione sono-pazza-per-i-romanzi-rosa. Non puoi fare a meno di trucco e bijoux artigianali, e l’appuntamento al book club con le amiche è per te un evento irrinunciabile al pari di quello del club del giardinaggio. Sei partita dalle ingenue pagine di Orgoglio e pregiudizio per approdare, dopo anni di Harmony e Danielle Steel, alla tua eroina E. L. James. Il tuo libro preferito resta Cinquanta sfumature di nero, perché l’happy ending è inalienabile, ma considerato il letargo erotico del tuo consorte, presto ti butterai sulla letteratura turca o, in alternativa, su Venere in pelliccia che adesso va pure di moda.
Profilo B: che lettore sono? – L’intelletualoide
Gli occhiali stile Arisa – prima che potesse permettersi truccatore e stilista – sono il tuo segno distintivo (peccato che poi tutti abbiano ceduto alla stessa passione, anche se tu di certo non lo hai fatto per moda…), ma spesso bazzichi anche il Mughini-style perché troppo avanti. Non ti frega se hai le rughe, perché come diceva Anna Magnani “ci hai messo una vita per fartele”, né se il tuo capello ribelle cede inesorabilmente alle stempiature: tu sei troppo avanti (sempre come Mughini). Per te un libro merita di essere letto solo in due casi: se è al di sopra delle 700 pagine oppure se è stato scritto almeno un secolo e mezzo fa. Hai un profilo Facebook, ma non lo usi spesso, ma quando ti concedi un po’ di tempo social non fai altro che inveire sull’ignIoranza del popolo italiano. Odi profondamente i tipi come Fabio Fazio, ma in realtà il tuo sogno proibito è quello di campare col gettone di presenza in tv snocciolando opinioni mai richieste. Il tuo mito sei tu.
Profilo C: che lettore sono? – Lo scrittore emergente
Scrivere per te è una vera e propria ossessione. Leggi in maniera compulsiva, ma giusto per capire cosa hanno gli altri in più, rispetto a te, per vendere copie ed essere famosi. Il tuo mito è uno come Andrea De Carlo, super fashion e ammanigliato con ogni settore culturale possibile ed immaginabile. In realtà, ti accontenti anche di un misero Moccia, basta che i libri vendano e che diventi poi milionario (o quasi) con le trasposizioni cinematografiche per adolescenti. Sei sicuro che il tuo ultimo libro sfonderà, come io sono certa che il primo del prossimo mese mi iscriverò in palestra. Intanto, macini corsi su corsi di scrittura creativa, ti affidi ai book blogger più improbabili (ma in questo gruppetto, sia chiaro, noi non siamo compresi. Ed anzi, se vuoi farti recensire contattaci qui) e pretendi che il giudizio super positivo espresso da mammà e dai parenti sulla tua opera sia lo stesso per il mondo intero (sveglia!). Un giorno, ne sei certo, diventerai il nuovo Grisham (ma ti va bene pure un vattelappesca qualunque, purché ti serva a lasciare il lavoro che fai adesso).
Che lettore siete?
Vi aspetto nei commenti!
Adesso potete commentare anche CON IL VOSTRO PROFILO FACEBOOK! 

Commenta con Facebook!

commenti

2 Commenti su “TEST LIBROSO: Che lettore sono?”

  1. A me è uscito lo scrittore emergente, ma non sono totalmente d’accordo con la descrizione perchè sembra che quel tipo di profilo voglia assolutamente lasciare il proprio lavoro per ottenere “soldi facili” scrivendo.

  2. Io non lo, c’è un pareggio con la A e la B. Sinceramente, ho letto tutti e tre i tipo di lettore e diciamo che nel pareggio c’è un po’ di me… è un buon test, ma farei più domande e darei anche altri profili, aggiungerei anche un profilo generale, in caso di estremi indecisi come me 😉

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.