Crea sito

Collaborazione con Adriano Salani #2: L’ultimo amore di Van Gogh

      02/05/2017     Acquisti, Collaborazioni, Curiosità, Letture, Librerie, Libri, Novità, Senza categoria     

La casa editrice Adriano Salani mi ha inviato una delle sue ultime uscite: 

Il valzer degli alberi e del cielo.
L’ultimo amore di Van Gogh 

di Jean-Michel Guenassia

Per acquistarlo cliccate qui:

Il valzer degli alberi e del cielo: L'ultimo amore di Van Gogh

Autore: Jean-Michel Guenassia [Salani Editore]

Formato: Libro digitale

Prezzo intero: EUR 9,99
Prezzo in offerta: EUR 9,99

Nella torrida estate del 1890, a Auvers-sur-Oise, un uomo si presenta a casa del dottor Gachet: dall’aspetto, Marguerite, figlia del medico, lo scambia per uno dei tanti braccianti agricoli che lavorano nella zona. L’uomo è Vincent van Gogh, e per Marguerite, che ama dipingere ma si dibatte tra l’insoddisfazione di non riuscire a creare nulla di apprezzabile e una condizione di figlia predestinata a un matrimonio borghese, egli assume, giorno dopo giorno, le fattezze del maestro, del genio, dell’amore. Guardandolo dipingere, la giovane vede ora i paesaggi in cui è cresciuta – le case dai tetti di paglia, le acque del fiume, i fiori, gli alberi, il cielo – con nuovi occhi: la potenza della vera arte si dispiega davanti a lei, mentre la relazione con Vincent si fa sempre più stretta, più pericolosa e infine fatale. Mettendo insieme, come nel Club degli incorreggibili ottimisti, potenza del racconto e verità documentaria, e consegnandoci pagine di vera poesia quando assistiamo insieme a Marguerite alla nascita dei capolavori di van Gogh, Guenassia fa rivivere l’epoca d’oro degli impressionisti e getta una nuova luce sulla tragica fine dell’artista e sui misteri che circondano alcune delle sue opere; e lo fa come sempre da un’angolatura originale, tratteggiando ancora una volta un’indimenticabile figura femminile.


Presto arriva la mia recensione! 😉

Commenta con Facebook!

commenti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

error: