Il Sale della Vita di Françoise Héritier

Innerbeauty | Il Sale della Vita di Françoise Héritier, è un libro particolare, apparentemente “semplice” nel suo narrarsi. Ma non è così.

Il Sale della Vita di Françoise Héritier | Innerbeauty
Il Sale della Vita di Françoise Héritier | Innerbeauty

Ma vediamo prima chi è Françoise Héritier: è antropologa di fama internazionale, africanista, allieva di Lévi-Strauss. Per sua stessa ammissione, all’inizio del libro, Il Sale della Vita rappresenta un’incursione nella prosa che la distacca dalla sua produzione letteraria solita a carattere prevalentemente scientifico. Il pretesto le giunge da una cartolina di un suo amico medico, in cui le annuncia di esser riuscito a “rubare” una settimana di vacanza.

Da qui parte la riflessione della Héritier: “solo su un punto non sono d’accordo. Le sue vacanze non sono “rubate”: non le ha sgraffignate nel giardino altrui, non le ha sottratte alla collettività. È la sua stessa vita che lei saccheggia ogni giorno”. Da qui parte l’elenco, una lunga lista di attimi, impressioni, sensazioni e ricordi, gli eventi improvvisi, assemblati con “il metodo dei surrealisti: la libera associazione d’idee”.

A vederlo così, Il Sale della Vita, potrebbe sembrare una lettura noiosa, ma non lo è: mi ha ispirato subito, come prima cosa, un profondo senso di rispetto. Non è davvero scontato che qualcuno si metta lì a raccontare uno dopo l’altro i momenti che hanno caratterizzato la propria vita, anche se da questo racconto l’autrice tiene fuori la sua sfera più privata.

È come se ti si spiegasse davanti il flusso dell’esistenza di un’altra persona, tanti piccoli granelli di sale messi in fila a formare un racconto che ti spinge a riflettere sul senso che dai alle tue azioni quotidiane, sul fatto che spesso, presi dai nostri mille impegni, non riusciamo neanche a percepire una cosa bella, pur nella sua semplicità, quando ci capita.

Non permettiamo al nostro sale di insaporire le nostre vite. È una riflessione ma anche un invito a celebrare gli attimi che costruiscono il nostro personalissimo ed unico percorso di vita.

Il Sale della Vita di Françoise Héritier | Innerbeauty
Françoise Héritier

Voglio riportare un brano che si trova quasi alla fine de Il Sale della Vita, che ho trovato davvero bello: “Chi sono io al di là delle definizioni che di me possono dare gli altri, dell’aspetto fisico, del carattere, (…), degli impegni professionali e personali, della reputazione, delle lotte, dell’ambiente sociale che si frequenta, al di là di tutte queste definizioni probabilmente corrette ma anche artificiose e ingannevoli? Sono io, profondamente io. E questo io che è la nostra ricchezza è fatto di apertura al mondo, (…), di una capacità di fare tutt’uno con il reale. L’io non è soltanto il soggetto che pensa e agisce, ma anche quello che sente e percepisce secondo le leggi di un’energia sotterranea che si rinnova continuamente”.

Il Sale della Vita di Françoise Héritier

La mia pagina su Facebook per restare sempre in contatto.

Seguimi anche su Google+.

Visita la mia libreria virtuale suANOBII.

Precedente 24Ore Velvet di Deborah: ombretti setosi a lunga durata Successivo Colour Rush - Rimmel: balsami labbra con qualcosa in più

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.