Sale Himalayano: lampade belle e benefiche

Innerbeauty | Il sale himalayano non è un comune sale marino, ma una forma cristallizzata la cui origine risale a circa 250 milioni di anni fa. Le sue caratteristiche benefiche sono note sin dall’antichità. Una delle forme più diffuse di utilizzo di questi cristalli, o salgemme, è per la realizzazione di lampade dalle specifiche peculiarità. Sono infatti in grado di diffondere nell’ambiente ioni negativi, ioni “buoni”, in grado di avere effetti benefici sullo stato di salute delle persone.

Sale himalayano: lampade belle e benefiche | Innerbeauty

Molti studi hanno infatti confermato che un aumento di questi ioni negli ambienti può incidere sull’umore migliorandolo, può ridurre i livelli di stress stabilizzando le funzioni cerebrali portando equilibrio al sistema nervoso, migliorando quindi anche la qualità del sonno e aiutando la concentrazione. Contribuiscono al funzionamento efficace di tutto l’organismo, entrando in gioco anche per ciò che riguarda l’assimilazione di vitamine e di ossigeno da parte dei tessuti e stimolando il sistema immunitario.

Grandi quantità di ioni negativi si trovano ad esempio nei boschi, presso le cascate o dopo i temporali, quanti di noi hanno sentito una sensazione di benessere, di aria “rigenerata”, subito dopo un forte acquazzone? Gli ioni negativi scarseggiano negli ambienti dove abbondano inquinamento e radiazioni elettromagnetiche, in pratica anche nelle nostre case ed uffici…

Negli ultimi anni è aumentato il numero di ionizzatori “artificiali”, ma una soluzione naturale viene proprio dal sale himalayano: dai suoi cristalli si ricavano bellissime lampade che riescono a riequilibrare i livelli di ioni nell’aria. Le lampade di sale himalayano sono davvero uniche e particolari: non ne esiste una uguale all’altra sia per forma che per colore. I cristalli di sale si attivano con il calore e la luce sprigionati dalla lampadina, o come nel mio caso, dalla candela, e liberano nell’aria gli ioni negativi appunto, che la purificano.

La luce che emette ha un potere rilassante, la gamma cromatica vira dal bianco all’arancione con sfumature rosate. La mia lampada di sale himalayano l’ho acquistata sul sito Il Giardino dei Libri insieme ad un ordine di libri appunto, e l’ho pagata 4,60 euro. È piccola, volevo prenderne una da mettere sul comodino ma non credo sia sufficiente per l’intera stanza. Sul sito è infatti specificato che “la ionizzazione è proporzionale alla massa: maggiore è la superficie, più grande deve essere la lampada”.

Ne prenderò sicuramente un’altra più grande illuminata da una lampadina, mi piace molto la luce che emette: è bella, ha un effetto rilassante e se mi aiuta anche a rendere più sani gli ambienti, credo ne valga davvero la pena!

Sale Himalayano: lampade belle e benefiche

La mia pagina su Facebook per restare sempre in contatto.

Seguimi anche su Google+.

Visita la mia libreria virtuale su ANOBII.

Precedente Il Cambiamento di Wayne W. Dyer Successivo Boulevard Rock di Kiko: i miei acquisti in sconto

4 commenti su “Sale Himalayano: lampade belle e benefiche

  1. Ciao Avia, molto interessante il tuo post e veramente esaustivo. Mettò in cantiere l’acquisto di una di queste lampade che mi hanno sempre affascinata e di cui ora so qualcosa in più.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.