La Profezia di Celestino di James Redfield

Innerbeauty | La Profezia di Celestino è un libro di James Redfield che l’autore pubblicò per la prima volta, a sue spese, nel 1994. Da allora, grazie ad un lento ed inesorabile passa parola ha venduto milioni di copie in tutto il mondo. Compresa la mia, che ho riletto almeno tre volte! Il libro racconta “un viaggio” che il protagonista intraprende alla volta del Perù alla ricerca di un antico manoscritto, conteso da Chiesa ed autorità. Il contenuto di questo manoscritto si compone di nove Illuminazioni tenute segrete fino a quel momento per timore dell’impatto che queste avrebbero potuto avere sull’intera Umanità.

La Profezia di Celestino | Innerbeauty

È un testo che insieme al successo planetario ha ricevuto anche la sua buona dose di critiche, in particolare viene spesso indicato come banale e scontato l’intreccio letterario. In realtà, ritengo personalmente, che la trama e il susseguirsi delle vicende narrative abbiano una dimensione secondaria: l’essenza della Profezia di Celestino è nei messaggi che capitolo dopo capitolo vengono offerti al lettore. Il viaggio del personaggio e le vicende che affronta sono un pretesto per raccontare e spingere chi legge verso un “viaggio” diverso, tra le righe, in un percorso di consapevolezza  che è sotteso al racconto di superficie. Ma entriamo nel merito de La Profezia di Celestino: in ogni capitolo viene spiegata una delle Illuminazioni:

  1. Una massa critica: nella Prima Illuminazione è descritta la presa di coscienza che va oltre la realtà quotidiana delle cose. Presi dai nostri personali percorsi di vita non riusciamo a cogliere le “coincidenze” che ci inviano messaggi precisi per la direzione da intraprendere. Questa Illuminazione spiega che un numero crescente di persone sta arrivando a questa consapevolezza.
  2. Un presente più esteso: la Seconda Illuminazione colloca le coincidenze nel contesto più ampio della storia dell’Umanità, descrivendola come un percorso organico di scelte ed accadimenti che hanno portato all’odierna situazione che rappresenta il contesto ideale per la nuova presa di coscienza.
  3. Una questione di energia: nella Terza Illuminazione incontriamo il concetto di “energia” e dell’universo inteso come una massa di energia in continuo movimento. Scopriamo di avere accesso a questa energia attraverso i nostri pensieri e le nostre intenzioni.
  4. La lotta per il potere: nella Quarta Illuminazione si affronta il tema dei conflitti tra esseri umani, che vengono trasposti sul piano energetico. Gli esseri umani avrebbero dimenticato la propria capacità di connettersi interiormente alla Fonte dell’energia e si sono quindi sentiti deboli ed insicuri. Questa perdita di consapevolezza avrebbe portato alla lotta per accaparrarsi l’energia degli altri attraverso la manipolazione e il dominio. Secondo questa Illuminazione tutti i conflitti sarebbero da ricondurre a questa lotta per l’energia.
  5. Il messaggio dei mistici: con la Quinta Illuminazione arriviamo a comprendere e riscoprire la nostra innata capacità di connetterci all’infinita Energia Universale. Questa connessione porta alla risoluzione di tutti i conflitti.
  6. Chiarire il passato: la Sesta Illuminazione ci porta ad elaborare il nostro rapporto con le esperienze del passato: quando perdiamo la connessione interiore con la Fonte ritorniamo ad applicare gli schemi manipolatori per acquisirla dagli altri. Nel fare ciò riproponiamo gli stessi atteggiamenti di manipolazione di cui siamo stati vittime nel passato noi stessi. Non vi è condanna verso chi li ha applicati a noi, perché sono meccanismi che nascono nell’inconsapevolezza, ma è utile smascherare quelli che l’autore definisce “drammi del controllo” per poterne spezzare la catena della ripetizione.
  7. Lasciarsi trascinare dalla corrente: la Settima Illuminazione spiega come utilizzare queste nuove consapevolezze per evolverci. Guida alla comprensione più approfondita del percorso verso cui ci hanno spinto le coincidenze, verso un aumento delle risposte “sincronicistiche”.
  8. L’etica interpersonale: nell’Ottava Illuminazione viene raccontata l’evoluzione dei rapporti interpersonali alla luce di queste rivelazioni. Una volta compreso che non vi è conflitto con gli altri per l’energia, ma che ognuno ha accesso ad infinite risorse di questa, vediamo gli altri non più come antagonisti, ma siamo in grado di sostenerci  a vicenda consapevolmente.
  9. La cultura emergente: con la Nona Illuminazione si chiude La Profezia di Celestino, o almeno questo tratto del “viaggio”. In questa Illuminazione l’autore tratteggia quali possono essere i possibili scenari futuri se si vive in base alle precedenti otto Illuminazioni.

In conclusione, posso dire di aver trovato la Profezia di Celestino un libro affascinante. Mi ha fatto molto riflettere e mi ha spinta ad andare un po’ più in là dei miei soliti pensieri. In questo post ho dato una visione sintetica di quanto contenuto nel libro, spero possa esservi comunque di interesse. Trovo sempre molto utile, per me, affiancare nuove possibilità alla comune visione “lineare” delle cose. La Profezia di Celestino è un buon esercizio!

La Profezia di Celestino di James Redfield

La mia pagina su Facebook per restare sempre in contatto.

Seguimi anche su Google+.

Visita la mia libreria virtuale su ANOBII.

Precedente Olio di Jojoba: il “non olio” alleato di bellezza e cura Successivo Blush The Balm: la mia review

2 commenti su “La Profezia di Celestino di James Redfield

    • innerbeauty il said:

      Ciao Manolo! Ti ho risposto anche nel gruppo! Già conoscevo il tuo blog…parlando giusto di coincidenze! 😉
      Concordo che è un libro con aspetti meno brillanti di altri, però sono dell’idea che più strumenti, anche semplificati e forse semplicistici, hanno le persone per conoscere dei concetti che fino a non molti anni fa erano riservati a pochi, meglio è! Poi sta ad ognuno scegliere se approfondire o meno, ti abbraccio!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.