Ostinarti con l’uomo sbagliato ti aiuterà solo a sentirti ancora più sola.

La solitudine non è consigliabile a tutti,
perché bisogna essere forti per sopportarla e per agire da soli. (Paul Gauguin)

E poi un giorno ti stanchi di essere forte, di essere sola e forte. Sei stanca di una stanchezza che ti paralizza, che ti fa condurre una vita non vita, perchè donarsi sempre e comunque senza ricevere mai nulla in cambio, alla lunga, logora.

Ti giri e rigiri nel tuo grande letto senza riuscire a prendere sonno. E’ la stretta che avverti al cuore a tenerti sveglia. E’ quel pensiero fisso e costante che durante le ore più buie della notte e della vita ti fa palpitare il cuore. Caino il tuo cuore, perchè, nonostante tutto, continua a battere velocemente quando quella persona entra nella stanza.

Mettersi in gioco è sempre una scommessa in amore, lo sapevi, ne hai passate tante. Ci si innamora e ogni tanto funziona, qualche altra volta no… Solo che ammettere agli altri e a te stessa di esserti sbagliata è dura. Dopo tanto tempo impiegato per costruire qualcosa e tanti compromessi fatti con se stessi allentare la presa e chiudere quel capitolo è dura.

Ti sei innamorata di una persona sempre troppo sfuggente, sempre troppo poco rassicurante. Qualcuno che invece di accarezzare le tue insicurezze te le urla in faccia come un rimprovero.

E tu sempre troppo comprensiva giustifichi i suoi malumori: è stressato, lavora troppo, ha perso il lavoro, ha avuto un’infanzia senza amore… Tante sono le scuse a cui si adduce pur di non ammettere la verità, e cioè che è semplicemente la persona sbagliata.

E’ amore quello che ti riempie la testa e la vita di pensieri sempre e solo negativi? Niente è perfetto e l’amore non è da meno – ti ripeti – ma quando ci si rende conto che quella non è più una situazione umanamente sostenibile? Il vero problema è che una persona buona e innamorata dell’amore come te deve sopportare tanto prima di toccare il fondo.

Quella speranza che ogni giorno ti fa proseguire in quella relazione malsana è difficile da soffocare perchè sei cresciuta con la convinzione che gli altri ragionino e agiscano col tuo stesso cuore, ma non è così. Non tutti hanno le tue stesse priorità. Non per tutti avere accanto qualcuno che li ami, li consoli, li sostenga nei momenti più duri e gioisca con loro in quelli più felici è una priorità nella vita.

Ci sono persone talmente piene di sé da non avere più spazio per nessun altro.

La solitudine che deriva da una relazione che non ti fa stare bene è terribile. E’ come stare insieme a qualcuno senza starci insieme veramente. Hai solo l’idea di quella persona nella tua vita; l’idea che quel qualcuno la sera torni a casa; l’idea di avere qualcuno con cui uscire ogni tanto; un’idea che ogni tanto si concretizza quando si ricorda che esisti, ma questo non è abbastanza.

Non ti basta più l’idea di una persona nella tua vita. Arriva un momento in cui ti rendi conto che con un’idea non si può essere felici. In una relazione occorrono presenza, attenzione, ascolto.

Non si vive senza sentirsi amati e tu puoi fingere tutta la forza che credi ma ogni tanto cadrai e avrai bisogno di qualcuno che ti ami – che ti ami davvero – che ti tenda la mano e che ti aiuti ad alzarti.

Ci si sente soli con una persona così accanto, ma ogni tanto questa solitudine aiuta a conoscersi  un po’ meglio e qualche volta… a ritrovarsi. E quando succede è bellissimo.

La solitudine o ci fa ritrovare o ci fa perdere noi stessi.
(Roberto Gervaso)

Riproduzione riservata – Innamorata di uno sconosciuto.

Precedente Se cerchi sempre di salvare gli altri, alla fine perdi te stessa. Successivo L'ASCOLTO è una grande forma d'amore; chi non ti ascolta non ti ama.

Lascia un commento