E’ possibile Riconquistare un Uomo quando l’amore sembra finito?

Quando un amore finisce è possibile recuperarlo? Malgrado le ultime fasi della relazione, le ultime fredde parole dette, è possibile tornare con l’ex?

La risposta ovviamente è piuttosto complessa e bisogna analizzare attentamente caso per caso. Elementi come la durata della relazione, l’eventuale convivenza o la presenza di figli determinano un certo tipo di reazione, diversi da relazioni dove questi elementi non sono presenti.

E così un amore può finire e non finisce mai con una stretta di mano, bensì con una stretta al cuore. E’ difficile descrivere cosa si prova davvero quando un ex dice quelle fatidiche parole: mi dispiace ma non ti amo più! Chiunque ha vissuto questa situazione sa di cosa parlo. La rottura traumatica di una relazione lascia delle vere ferite psicologiche che lentamente condizionano il proprio stato di salute. Si mangia sempre meno, la notte diventa un incubo, la mente non fa altro che pensare e ripensare a tutto il bello che c’è stato e che forse, non ci sarà più.

Ciò che conta è come uscirne vincenti.

Questo caos emozionale non permette di controllare pienamente i propri stati d’animo. Si piange per una piccola cosa, una frase, una canzone, una coppia che si bacia. Si agisce d’impulso facendo commettere gli stessi errori nei confronti degli ex. Messaggi supplichevoli, richieste di chiarimenti, invio di regali, tutto quello che può essere racchiuso in un solo termine: zerbinismo. Il punto è che molte ragazze e donne non avrebbero mai immaginato che sarebbero un giorno arrivate a supplicare l’amore, ma tutto nasce dalla frustrazione psicologica che si vive.

Come tenere a freno questa impulsività?

Come sollevarsi da questo dolore? Innanzitutto afferrando dei concetti fondamentali se si vuole riconquistare un uomo. Loro non lasciano mai un rapporto da un giorno all’altro, anche se molte pensano che sia così. Lo fanno dopo ripetuti pensieri negativi sul rapporto e sul continuo della relazione. Ci pensavano e ripensavano da tempo, avevano sicuramente lasciato degli indizi negli ultimi mesi ai quali non era stato dato la giusta importanza. Inoltre avevano preventivato cosa potesse succedere una volta presa questa decisione. Risultato? Avete confermato le loro aspettative con le vostre reazioni istintive. Quindi fatevi un grande favore, SMETTETELA. Non è necessario ricordargli quanto li amate, che nessuna l’amerà mai quanto voi. In questa fase vi trovate su due frequenza opposte, ciò che state tentando di comunicargli con tutto il vostro amore, loro non lo sentono.

Puoi riuscire a superare la sofferenza.

Con le vostre suppliche non li state sorprendendo, gli state dando conferma che vi conoscono bene, e quella persona che siete diventata nel tempo non gli va più bene. Duro da accettare ma in realtà prendere coscienza della situazione aiuta a riprendere le redini della propria vita ed a dimostrargli quanto si sbagliano sul vostro conto. Sfogate pure il vostro dolore che è un ottimo toccasana ma poi bisogna prendere una decisione importante: adesso smetto di soffrire, adesso dimostro a me stessa quanto valgo davvero. Mi raccomando, mai intraprendere un percorso di crescita per dimostrare agli altri quanto si vale, il cambiamento serve a voi, per capire una grande verità, valete molto di più di quello che credete!

Dovete iniziare a sorprendervi, e per riuscirci serve un distacco assoluto dall’ex, sia fisico che mentale, altrimenti ogni tentativo riconquistare il loro amore diventa inutile. Bisogna prendersi cura di se stesse, utilizzare l’enorme energia negativa che caratterizza ogni rottura a proprio vantaggio per rinascere. Qui molte donne si bloccano. Una cosa è supplicare e sperare che lui torni all’improvviso, altra faccenda è mettere in discussione se stesse e darsi da fare per migliorare.

La crisi ci obbliga a superare i nostri vecchi limiti.

Trovo che una crisi coniugale, una separazione, un divorzio, siano delle fasi molto importanti nella nostra vita alle quali dobbiamo saper reagire positivamente. Dobbiamo ricostruirci attraverso esse, superare paure ed abitudini che ci tenevano bloccati, tirare fuori il meglio di noi. E’ normale crollare all’inizio di una rottura ma prolungare questo stato depressivo non aiuta affatto al raggiungimento dell’obiettivo che vi state proponendo.

Nel momento che tornerete a mettere al centro della vita voi stesse non agirete più d’impulso, inizierete a scoprire che avete molte opportunità di essere felici, il vostro stato psico-fisico migliorerà notevolmente e con esso il vostro modo di interagire. Questo agirà come da calamità per gli ex. Dopo un periodo di silenzio, quando pensavano che foste depresse e tristi, eccovi riapparire nel vostro massimo splendore. E quando inizieranno a comprendere di non avere più nessun potere su di voi … inizia il bello!

Le esperienze negative capitano a tutti, è il nostro modo di reagire ad esse che determina la nostra felicità ed il nostro valore.

E’ un piacere per me scrivere sul blog di Elena.

Mi chiamo Adriano Rossi, sociologo e mi occupo da anni di relazioni di coppia e di P.N.L.

Se interessate potete approfondire questa tematica sul mio blog: riconquistareunuomo.it 

Precedente L'ascolto è una grande forma d'amore. Chi non ti ascolta non ti ama. Successivo Un egoista non sa amare. Quando lo incontri fuggi.

Lascia un commento