Volete sapere se il vostro cane soffre quando lo lasciate solo a casa? Se fa queste cose allora probabilmente soffre

Tutti i proprietari di cani sanno benissimo che per i nostri amici a quattro zampe ogni momento passato in nostra compagnia è qualcosa di incredibilmente prezioso… e tutti conoscono bene quell’espressione infinitamente triste sul muso del cane quando usciamo di casa per andare a lavorare.

Purtroppo i nostri cani non sono in grado di dirci come si sentono, perciò non potremo mai sapere con certezza quanto si sentano soli e tristi in nostra assenza. Tuttavia, si può prestare attenzione ad alcuni particolari che ci potrebbero aprire gli occhi sul suo stato d’animo ed eventualmente prendere dei provvedimenti.

In realtà, più che essere tristi per la solitudine, è probabile che i cani mostrino comportamenti ansiosi e nervosi mentre ci aspettano: nell’attesa potrebbero abbaiare, piangere, ululare, provare a scappare o dormire davanti alla porta. Se, al contrario, il cane al vostro ritorno sembra essere rilassato, potrebbe essersi fatto un sonnellino o aver mangiato bene: è un buon segnale!

C’è anche da ricordare che non tutti i cani sono soggetti allo stress allo stesso modo… i più colpiti sono quelli che hanno subito qualche trauma o sono molto attaccati ai loro umani. In ogni caso, è buona cosa abituare il cane a stare da solo gradualmente, partendo da poche ore al giorno fino ad arrivare al tempo necessario. Ovviamente, è necessario che in casa il vostro cane abbia tutto ciò che gli serve per essere a suo agio e non annoiarsi: giochini, coperte, cibo ed acqua sono fondamentali.

Spesso anche un sottofondo musicale o un aroma delicato nell’aria possono alleviare la tensione dell’attesa. Se però nulla di tutto ciò pare funzionare, la cosa migliore da fare è parlare con il vostro veterinario: potrebbe darvi i consigli più adatti alla vostra situazione ed eventualmente affidare il vostro amico peloso nelle mani di uno specialista, che gli insegnerà a calmarsi.