So che sono tanto bruttina con queste cicatrici e con gli occhi rossi ma so anche che una famiglia per me ci sarà, magari qualcuno che saprà vedere oltre i miei difetti fisico 

Al suo arrivo presso la Società Umanitaria di Silicon Valley (HSSV) a Milpitas, in California, la cagnolina Lisa aveva solo 10 mesi. Il suo volto era pieno di cicatrici e soffriva del prolasso della ghiandola lacrimale, condizione nota anche come “Eye Cherry”

Nonostante tutte le sfide fisiche, Lisa ha continuato ad avere il tipico spirito del cucciolo, sfoggiando solo tanta gioia e godendosi della compagnia delle persone, degli altri cani e dei giocattoli.

La sfida per i dipendenti di rifugio era quella di trovare qualcuno che riesca a vedere oltre i difetti fisici. Un giorno, però, una donna di nome Christine Doblar è entrata nel rifugio insieme alla sua famiglia. Christine era ancora in lutto per la perdita della sua amata Chihuahua Luna e aveva deciso di visitare il rifugio per dare un’opportunità a un altro cane… Quel giorno hanno visto Lisa e si sono innamorati di lei.

Affascinati dalla sua personalità, sono tornati a casa, senza prendere una decisione definitiva ma la paura che qualcuno avrebbe potuto adottarla li fece ritornare nello stesso giorno nel rifugio e finalizzare l’adozione.

Nella nuova casa, Lisa (che hanno chiamato Lucky, ha trovato un fratello a 4 zampe, una sorella umana e una famiglia amorevole…