Sentono dei vagiti da sotto terra e iniziano a scavare… quello che trovano la sotto li lasciano di stucco…

Il maltrattamento degli animali è inaccettabile. Imporre a un altro essere vivente qualsiasi tipo di disagio di tipo mentale, emozionale o fisico e un abuso e deve essere punito con pene esemplari.

Purtroppo, però, queste cose succedono e pure troppo spesso. Per noi, che amiamo gli animali, è difficile da capire come qualcuno possa fare deliberatamente del male a un cane adulto (o ad altri animali), figurati a un cucciolo indifeso. La storia che stiamo per racontarvi, però, dimostra che non c’è limite alla crudeltà umana.

Siamo a Williston, Florida dove la polizia locale ha ricevuto una chiamata da una persona che diceva di sentire un pianto ma che non riusciva a trovare nessun animale intorno. Arrivati sul posto, gli agenti si sono messi a cercare. Anche loro riuscivano a sentire, forte e chiaro, quel rumore che sembrava un guaito.

Dopo alcuni lunghissimi minuti di ricerca, hanno finalmente trovato quello che cercavano: il punto in cui si sentivano bene i guaiti era proprio vicino a un mucchietto di terra. Un agente racconta: “In quel momento, un brivido è corso sulla mia schiena… il rumore proveniva da un mucchio di terra fresca… non poteva essere vero… ho cominciato a scavare a mani nude!”

I poliziotti sono rimasti scioccati quando hanno scoperto quello che era successo. Sotto quel cumulo di terra c’era un cucciolo. L’avevano seppellito vivo e lasciato morire! Era orrendo… Fortunatamente, intorno al cucciolo era rimasto uno spazio con un po’ d’aria… in questo modo lui era riuscito a sopravvivere. Ma sarebbe morto da lì a poco, visto che le sue riserve d’aria stavano per finire.

Gli agenti lo hanno tirato fuori e portato di corsa dal veterinario che, dopo averlo visitato, ha detto che si trattava di un cucciolo di circa 7 giorni. Sia lui che i poliziotti erano scioccati e increduli… che razza di persona fa questo a un cucciolo piccolo e indifeso nato da pochi giorni?

Il cucciolo, che hanno chiamato Tucker, è stato nutrito con il biberon e sembra essere in buona salute, nonostante quello che ha passato. E la nostra storia ha anche un lieto fine. Uno dei veterinari si è innamorato del piccolo Tucker e l’ha adottato. Crescendo speriamo che dimenticherà della sua entrata traumatica in questo mondo. Buna vita Tucker!