Terza Tappa BlogTour Il tuo cuore blindato

Terza Tappa BlogTour Il tuo cuore blindato di Stella Bright

Finalmente, eccoci qui. Oggi è la nostra tappa del Blog Tour de Il tuo cuore blindato di Stella Bright. Come già saprete, abbiamo posto delle domande all’autrice: le vostre!

Ottimo allora, non siete curiose di sapere cosa ha risposto? Ve lo diciamo subito.

Annalisa Ferricom’è nata l’idea di questo romanzo?

Quando ho scritto il primo romanzo della Serie Cardiffs Rugby, in realtà non sapevo ancora che sarebbe stato il primo, era una storia a sé. Poiché scrivendo “Perché proprio a me” mi sono divertita tantissimo, pensandoci su mi dissi che era un peccato non dare vita ad altri personaggi presenti in questa storia, non divertirmi ancora con quella squadra di scalmanati.  I Cardiffs meritavano un’altra occasione. Adoro il rugby e l’idea era allettante. Nel primo della serie Lawrence Hall non compare, c’è invece il fratello Kian, lì più giovane. Ho cominciato a fantasticare su quest’ultimo, è nata l’idea che avesse un fratello (non chiedetemi come mi vengono queste idee perché non lo so) e poi da cosa è nata cosa e il romanzo ha preso vita. Una cosa era certa: volevo un personaggio maschile divertente, solare, che facesse ridere e che intenerisse.

Sara Marrano: qual è il tuo personaggio preferito e perché?

Ovviamente quando si crea una coppia di personaggi si vuole bene a entrambi, per il fatto stesso che sono nati nel nostro immaginario e li abbiamo aiutati a evolversi creando le loro vite proprio come se fossero i nostri bambini. Fra il solare Lawrence e la sua, per niente solare, Viktoria, se proprio devo scegliere scelgo lei. Perché ha dei difetti, perché sbaglia, perché ha dei limiti grossi come una casa. Perché non è bellissima (spesso i miei personaggi sono belli, diventano tali agli occhi di chi si innamora di loro). La amo perché è come tutte noi: splendidamente imperfetta.

Clara Morellato: La colonna sonora del tuo libro: se dovessi associare una canzone in particolare, quale sceglieresti? Perché?

La colonna sonora di “Il tuo cuore blindato” in verità c’è, ho fatto il booktrailer, come sempre per ciò che scrivo, mi piace un sacco l’idea dei booktrailer. Questa volta ho usato “Try” di Pink. Adoro Pink e a un certo punto la canzone dice più o meno: “Dove c’è il desiderio ci sarà una fiamma, dove c’è una fiamma qualcuno è destinato a bruciarsi. Ma solo perché brucia, non vuol dire che morirai. Devi alzarti e provare, provare e riprovare…”. Sintetizza perfettamente gli ostacoli che Viktoria, la protagonista femminile, ha creato dentro di sé; inoltre il titolo “Try” nel Rugby significa “mèta” , quindi era perfetta.

Clara Morellato: Se dovessi dare un consiglio sulla scrittura a qualcuno, qual è la prima cosa che ti viene in mente?

Sono l’ultima persona che può dare consigli sulla scrittura. Gli scrittori veri sono altri, quelli che creano universi infiniti, che toccano l’anima di chi legge, che creano veramente qualcosa di grande; insomma quelli conosciuti e apprezzati in tutto il mondo. Chi come me ha avuto la fortuna di pubblicare è perché lo ha fatto in un momento in cui al romanzo rosa sono state aperte tante porte (e meno male) e trovano terreno favorevole nelle case editrici, qualche anno fa purtroppo non sarebbe stato possibile. Qualche consiglio però lo posso dare, bisogna leggere tanto, tantissimo, imparare dagli altri; inoltre quando si scrive bisogna essere dentro le parole, dentro la storia che scriviamo, sentire quello che sentono le persone che creiamo perché scrivere è comunicare sentimenti proprio come dipingere.

Carlina Bruni: Stai già lavorando al prossimo libro? Quanto tempo passa da quando ti viene l’idea alla consegna del manoscritto finito?

Ne sto finendo uno iniziato tempo fa, nulla a che vedere con il Rugby e chissà se vedrà mai la luce. Nel frattempo ho iniziato il terzo della Serie Cardiffs Rugby perché mi sentivo in dovere di farlo considerato che ho messo delle premesse in “Il tuo cuore blindato”. I tempi di stesura sono abbastanza lunghi perché purtroppo non posso dedicare tutto il mio tempo alla scrittura: lavoro a tempo pieno lontano da casa e ho una famiglia a cui pensare.Comunque da quando comincio a buttare giù una storia a quando consegno il manoscritto – sperando che venga approvato – passano alcuni mesi. Se potessi dedicarmi interamente alla scrittura sicuramente i tempi sarebbero più brevi.

Valentina MisiAndrea ParenteCi sono dei “riti” che rispetti maniacalmente quando scrivi?

Sì, scrivo a mano con penna o matita. Cancello, correggo, scrivo, aggiungo. Inizialmente devo vedere tutto, errori e cancellature, quando ho finito trascrivo il testo su computer. Ma non finisce qui, stampo e ricorreggo. Quando all’ ultima lettura non aggiungo neppure una virgola, allora reputo di aver finito.

Sara Marrano: qual è il tuo autore preferito?

Ho molti autori preferiti perché mi piacciono generi diversi, che spesso mi hanno accompagnato in periodi della mia vita.

Isaac Asimov per quanto riguarda la fantascienza.

Licia Troisi e Terry Brooks per il fantasy.

Diana Gabaldon e Lisa Kleypas per lo storico.

J.R. Ward per il paranormal. Adoro questa donna!

Nancy Kilpatrick e Anne Rice per il fantasy/horror.

Per quanto riguarda i romanzi rosa o i romanzi: Charles Martin, Nicholas Sparks, Nora Roberts, Kristan Higgins, Susan Elizabeth Phillips e di nuovo la Kleypas.

Marie Sexton per gli M/M

Lee Child per i thriller .

Sara Marrano: secondo te, qual è la cosa più bella e quale quella più brutta della scrittura?

Non averne mai abbastanza. È come una droga, ti soddisfa, ti esalta, ti rende felice, poi vai in astinenza e tutto ricomincia da capo.

Valentina MisiAndrea Parente:  Cosa vuol dire per te scrivere? A quali sensazioni e emozioni lo associ? Come ti fa sentire?

Ho realizzato il sogno di una vita e sono grata a chi me ne ha dato l’opportunità, realizzare un sogno penso che sia una delle cose migliori che possano capitare. Scrivere per me è terapeutico, letteralmente, mi fa sentire bene. Sarò estremamente sincera: ho cominciato a scrivere in un momento estremamente difficile della mia vita ed è stato come stappare una bottiglia dopo averla agitata parecchio, sono esplosa, sono stata finalmente bene. Continua a essere così, una medicina perfetta.

Grazia Cioce: A chi ti sei ispirata per il personaggio femminile del tuo romanzo?

Per Viktoria, come per tutti i personaggi femminili che ho creato finora, mi sono ispirata a noi tutte. Donne comuni, con pregi e difetti, paure e sicurezze, splendidamente imperfette; donne non bellissime, magre o curvy, che dicono parolacce, che fanno brutte figure, che ridono e piangono, che non si vestono come top model, che lavorano o che fanno le casalinghe. Personalmente anche quando leggo non amo molto i personaggi, sia maschili che femminili, che “vivono ai piani alti”, che hanno case scintillanti e belle auto. Rifuggo dalle storie dove la bellissima protagonista di turno incontra il riccone-tormentato-maschio-alfa.

Grazia Cioce: Quanto di te c’è nei personaggi di questo romanzo?

Parecchio. Come sempre. Le insicurezze, le paure, l’armatura che si è creata Vik sono le mie del passato e un po’ del presente; c’è anche la solarità di Lawrence, la sua semplicità, la voglia di ridere di vedere tutto attraverso un paio di lenti rosa. C’è la voglia di sentimenti concreti e unici, di amore vero fatto di vita quotidiana. E poi c’è la mia passione per il Rugby, uno sport bellissimo, coerente, sincero, ma soprattutto pulito. Uno sport per niente violento, anzi divertente. Il Rugby alla fin fine è una grande festa, nel campo e sugli spalti.

 

Bene lettrici, avete soddisfatto la vostra curiosità? Restate con noi ancora per un momento, ricapitoliamo ogni tappa del blog tour e le regole per il giveaway:

Il premio:

Copia dell’ebook Il tuo cuore blindato …. WOW!

Ogni tappa, da seguire e commentare:

Prima Tappa: 23 Giugno da Briciole di Parole – I luoghi del romanzo: alla scoperta di Cardiff e partenza del giveaway.

Seconda Tappa: 30  Romanticamente Fantasy – Presentazione dei personaggi e citazioni.

Terza Tappa: 7 Luglio  Il club delle lettrici compulsive – Intervista dei lettori all’autrice.

Quarta Tappa: 14 Luglio * Leggendo Romance – Dreamcast rugbistico e proclamazione del vincitore del giveaway.

Le regole:

  • mettere “mi piace” alla pagina ufficiale di Facebook dell’autrice (la trovate qui);
  • partecipare all’evento ufficiale (qui);
  • condividere l’evento sul vostro profilo, facendo attenzione che la privacy sia impostata su “pubblica”;
  • Lasciare un commento sulla pagina dell’evento, scrivendo “partecipo”, aggiungendo il link della condivisione. Ad ogni partecipante verrà assegnato un numero per l’estrazione finale, che avverrà tramite il sito https://www.random.org/.

Che aspettate! 

 

 

Ai sensi dell’art 6 comma 1 lettera a del DPR 430/2001: si precisa che la presente iniziativa non è un concorso a premi ma è indetta per la produzione di opere artistiche, letterarie o scientifiche e rientra in un progetto studio in campo commerciale, industriale e di interesse per la collettività. Il conferimento del premio sopra menzionato all’autore delle opere prescelte rappresenta riconoscimento al loro merito personale e costituisce il titolo di incoraggiamento personale per promuovere nel web l’iniziativa.
Art.6, comma 1, lettera d del DPR 430/2001: si precisa che il premio è considerato di modico valore.

 

 

2 commenti su “Terza Tappa BlogTour Il tuo cuore blindato

  1. Molto molto interessante questa intervista..mi piace la descrizione che l’autrice ha dato di Viktoria..sarà interessante leggere la storia dove la protagonista è una ragazza “normale” in effetti gli ultimi libri che ho letto la lei di turno era “issima” in tutto e pertutto!!

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.