Carve the Mark – Veronica Roth

Home Forum Libri Romanzi Fantasy Carve the Mark – Veronica Roth

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Sara 8 mesi, 3 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #5150 Risposta

    Sara Emme
    Amministratore del forum

    Come ho scritto nella mia recensione (qui), ci sono parecchie cose che mi hanno fatto storcere un pochino il naso.

    Spoiler alert!

    Quando Cyra e sua madre vanno dal medico, lui dice che lei sta male così a causa sua e che se lei cambierà, anche il suo donocorrente lo farà… Ecco. Mi sono imbestialita. Cyra ha quel donocorrente a causa del dolore che le ha causato il fratello che le ha rubato i ricordi senza chiederle il permesso… una specie di stupro mentale insomma! Come si può dare la colpa alla vittima se soffre per questo motivo? Mamma mia, che nervi!
    E poi… il razzismo strisciante… A Thuvhe sono biondi e con la pelle chiara e sono i buoni. A Shotet sono scuri e cattivi… Ma dai!!!
    Senza contare i termini assurdi buttati lì senza un minimo di introduzione… Spiace, ma la Roth ha toppato questa volta.
    Ho letto anche altre recensioni fatte in USA e non sono l’unica ad aver notato queste cose.
    Voi che ne pensate?

    • Questo argomento è stato modificato 9 mesi, 3 settimane fa da  Sara Emme.
  • #5152 Risposta

    Grace
    Amministratore del forum

    Ciao Sara,
    ho notato anche io quella parte nella scena del dottore, però – secondo me – il donocorrente è una cosa per loro insita nel DNA, dalla nascita! Quindi, il fratello non le ha provocato QUEL donocorrete, ha “solo” anticipato i tempi della sua manifestazione con odiosa forza!
    Per il discorso colori pelle, ho notato anche io in effetti, ma ho voluto leggerla come una specie di contro-razzismo: della serie, ve lo scrivo così, ma è un concetto sbagliato… non so se mi sono spiegata!
    In ogni caso, questo romanzo per me è un GRANDISSIMO NO.
    Non mi ha preso, troppi nomi, fatti, un enorme calderone…

  • #5470 Risposta

    Sara

    Io l’ho iniziato, sono al capitolo 8 e non mi sembra male. Si, ci sono molti nomi ( e anche abbastanza strani), famiglie, popolazioni… ma credo che all’inizio di un romanzo del genere, dove c’è una costruzione di un mondo completamente inventato, tutto ciò sia inevitabile. Vediamo quando finisco… 🙂

Rispondi a: Carve the Mark – Veronica Roth
Le tue informazioni: