Salve gente!

Il 2016 si è finalmente concluso con i suoi pro e contro, per cui mi sembrava giusto parlarvi dei miei top e flop beauty 2016. Quest’anno, sarà che ho fatto più acquisti del solito, sarà che mi sono lasciata guidare dall’istinto e meno dalle review, ma ci sono stati diversi flop. Al contrario dello scorso anno. Per cui direi di partire da quelli, così ci leviamo il pensiero.

Flop

sample-image

Siero viso e collo Ecocosmesicreativa. Ricevuto grazie ad un Mettilo alla prova proposto dal portale BeautyBag. Ve ne parlai già in questo post. Troppo liquido, molto poco idratante e per di più mi ha fatta riempire di brufoli quel poco di tempo che l’ho utilizzato, prima di darlo alla mami.

Strisce depilatorie viso Cera di Cupra. Dopo aver usato per lungo periodo quelle Depilzero all’olio di argan e averle adorate, ho voluto provare a cambiare e ho acquistato queste qui. Niente, non sono riuscita a farmele piacere per niente. Non bastava il calore delle mani per scaldarle e separarle, ma ero costretta a riscaldarle con il phon. Se non facevo questo passaggio praticamente non tiravano niente di niente, inoltre anche scaldandole, i peli non venivano mai via con i due strappi classici, ma dovevo ripassare sulla zona e capirete bene che non è proprio il massimo trattandosi di un’area delicata.

Maschera purificante Geomar. L’avevo notata una volta che dovevo acquistare delle cosine su Amazon assieme a Mr.L, ma avevo lasciato perdere. Mr.L però l’ha infilata nel carrello a mia insaputa per farmi una sorpresina. Sono riuscita si e no ad utilizzare una delle due bustine, perché non appena l’applicavo mi mandava il viso in fiamme e quando la levavo mi lasciava il viso arrossatissimo. Ma di questo vi avevo già parlato anche qui.

BBCream 6in1 Yves Rocher. Come rovinare le giornate ad I.. Io adoravo questo prodotto, tant’è che negli anni l’ho riacquistato diverse volte. Il brand sfortunatamente ha pensato di modificare pack e formula, rendendola più corposa e untuosa. Decisamente troppo per la mia pelle mista. Mi sto sforzando di utilizzarla al posto del fondotinta in questi giorni di temperature bassine, perché so che mi lucido più lentamente, ma come ho detto mi sto sforzando.

Smalto Veromoda Optical snow. Ricevuto in regalo da madreh assieme ad altri tre colori. Finora ho avuto modo di provare solo quello trasparente, ma si è rivelato pessimo. Si asciuga piuttosto in fretta, ma si sbecca alla velocità della luce, roba che delle volte, già dopo 5 minuti lo smalto si era rovinato, graffiato o sollevato.

Bagnodoccia esfoliante alla vaniglia Yves Rocher. Ho acquistato questo bagnodoccia in un momento di pigrizia acuta, visto che gli esfolianti sono solita farmeli da sola (qui i miei preferiti). Questo bagnodoccia non solo esfolia pochissimo, ma tende a seccarmi la pelle in un modo che neanche gli scrub più aggressivi hanno mai fatto. Gli unici pro che gli ho trovato sono il profumo intenso e il fatto che lavi.

Top

sample-image

Siero viso Elisir Cosmaceuticals Ylatì & Siero equilibrante Aloe vera Omia Laboratoires. Il 2016 è stato l’anno dei sieri per il viso, ne ho provati diversi, ma quelli che mi sono entrati nel cuore sono loro due. Il primo, più costoso e pensato per pelli mature, l’ho adorato per la rapidità di assorbimento e per l’effetto levigante sulle linee d’espressione. Il secondo, economico e pensato per pelli miste, mi è piaciuto come idratante per i mesi estivi, non a caso rientrava tra i preferiti della scorsa estate.

Sleeping Mask Sephora. Ho avuto modo di provare le varianti Honey, Pearl e Rose e mi sono piaciute tutte tantissimo. Se proprio dovessi consigliarvene una variante, vi direi quella al miele, sia per le performance che per il profumo buonissimo di miele.

Matte Balm Revlon n°225 Sultry e Diva Crime Nabla Balkis e Kernel. Quest’anno ben tre prodotti labbra che penso continuerò ad amare a vita. Sia il matte balm Revlon che i due diva crime, li ho adorati da subito per la formula cremosa, ma non sbrodolosa (benché Kernel molte lo odiano per il suo essere troppo cremoso) e per la lunga tenuta. Credo che acquisterò delle altre colorazioni in futuro sia dell’uno che degli altri perché hanno un ottimissimo rapporto qualità/prezzo. Pensate che gli stessi diva crime li ha voluti anche mia madre per via della lunga durata e dei colori bellissimi.

Matita brillantezza vegetale Yves Rocher Rose fucsia e ombretto Camaleonte Neve Cosmetics. La matita YR è qualcosa di pazzesco per colore, morbidezza ed durata. Ve l’ho mostrata qui in tutto il suo splendore. Il colore è pienissimo già con una sola passata, infatti sto meditando se acquistare delle altre colorazioni. Camaleonte invece è uno di quegli ombretti che avevo in wishlist tipo da secoli e che una volta tra le mani mi ha stupita ancora di più. E’ meraviglioso sia da asciutto che da bagnato. L’ho utilizzato spesso da quando l’ho acquistato e qui potete trovare anche un look con questo gingillino.

Pro. conceal L.A.Girl Light ivory. Questo correttore lo avevo inserito in wishlist grazie alla review di Giulia (Il mondo di Ciulla). Economico, pratico, super facile da sfumare, coprente e con un ottima tenuta. Certo, quando ho occhiaie super marcate da solo non basta, ma in condizioni normali va benissimo.

Dunque gente, questi erano i miei top e flop beauty del 2016. Ne abbiamo qualcuno in comune? Quali sono stati i vostri top? E quali i vostri flop? Fatemi sapere 😉

b1c7d9da877d9667bccd07e47f827905