[Review] – Natural Matte Foundation NYC

Salve gente!

Oggi finalmente vi parlo del Natural matte foundation NYC. Il brand NYC, di cui vi ho fatto un brand focus qui, riesco a reperirlo abbastanza spesso dalle mie parti. Non ne leggo praticamente mai in giro però. Mistero!

Di solito calibro parecchio i miei acquisti, ma quando ho acquistato questo fondotinta no. Mi prendo i miei tempi, mi informo, cerco numerose review e poi valuto l’acquisto. Con lui no per svariati motivi. Era un periodo pieno e non avevo voglia e tempo di mettermi alla ricerca, non avevo voglia di fare un ordine online e avevo bisogno di qualcosa di mooolto economico. Problemi da blogger squattrinata. Quindi mi sono recata da Acqua&Sapone e ho scrutato tutti gli stand devastati peraltro. Ero indecisa tra lui e quello in mousse dello stesso brand. Nel dubbio mi sono buttata sul Natural Matte, anche per via della colorazione chiara. Le colorazioni a disposizione sono solo 5, io ho optato per la più chiara e neutra (?) in assoluto, la 001 Ivory.

Il pack è molto essenziale, ma tuttavia carino e pratico. Il tubetto è in plastica morbida trasparente nella parte inferiore per cui è possibile vedere la colorazione del fondo. La quasi totalità del tubetto, però è nera ed opaca con scritte bianche ed il nome del brand in alto in argento satinato. Come sempre io apprezzo molto i flaconi di questo genere perché, essendo morbidi, possono essere spremuti per bene ed eventualmente tagliati per non sprecare neanche una goccia di prodotto. Ah e soprattutto, volando non c’è il rischio che si spacchino. Nella parte inferiore è presente un tappo in plastica nera che protegge il forellino da cui esce il fondotinta.

L’odore non è per niente fastidioso, anzi è delicato e per nulla invasivo, ma non saprei a cosa associarlo. La formula del fondo è particolare, infatti ci ho messo tanto a capire quanto usarne e come applicarlo al meglio. Ha una texture densa e compatta, ma non corposa ed untuosa. Se ne mettete una goccia sul dorso della mano non cola, ma una volta steso non sentite pesantezza sul viso, salvo esagerare con le quantità. E’ uno di quei fondi che definisco a presa rapida, infatti, bisogna lavorarlo subito perché si asciuga rapidamente. La coprenza è medio-alta, modulabile, ma i rossori diffusi non li copre egregiamente.

Con questo fondotinta ho avuto un rapporto di amore-odio, ve lo dico da subito. I primi tempi soprattutto, ho avuto non pochi problemi a capire quanto prelevarne e come applicarlo. Effettivamente ne prelevavo troppo, per cui qualsiasi metodo d’applicazione non mi garbava. Poi ho compreso che ne bastava un quantitativo inferiore ed abbiamo iniziato ad andare d’accordo. Ho provato vari metodi di stesura di questo fondo, ma solo uno è il mio preferito.

Con il pennello a lingua di gatto è un macello. La rapidità con cui si asciuga questo fondotinta, fa sì che con il pennello a lingua di gatto, ci si ritrovi la faccia a strie che poi sono difficili da sfumare. Quindi per me, no grazie. Con il pennello a sezione piatta le cose migliorano parecchio. Io in genere lo tampono con il pennello su tutto il viso e poi eseguo movimenti rotatori per fonderlo alla pelle. In questo modo l’effetto è molto naturale e la coprenza ne risente un po’.

La combo mani + spugnetta umida (simil beauty blender per intenderci) è la perfezione. In pratica stendo il fondo con le mani su tutto il viso in modo da rendere la coprenza elevata, successivamente vado a tamponare con la spugnetta umida, strizzatissima in modo da assorbire l’eccesso. In questo modo mi garantisco una coprenza medio-alta e l’aspetto molto naturale.

Per quanto riguarda le performance, l’effetto opaco non è per niente di 12H come promettono sulla confezione, ma non è malaccio. Io ho la pelle mista e pur non essendo un fondo che lascia la pelle lucida vado a fissarlo con la cipria. Da quando ce l’ho, ho provato a fissarlo sia con la natural powder Astra, che con la pressed powder Makeup Revolution. Con la prima resisteva un paio d’ore in più per il maggior potere opacizzante. Attualmente con quella Makeup Revolution, inizio a diventare leggermente luminosa dopo un paio d’ore. Lucida dopo quattro. Che vuol dire leggermente luminosa? Quando l’effetto super opaco inizia a svanire, ma non è considerabile lucida tipo patatina fritta, ecco. Che tra l’altro a me non dispiace neanche, perché sembra ancora più naturale in questo modo. Per questo motivo sento di sconsigliarlo su chi ha la pelle grassa e molto grassa.

Per quanto riguarda i pori, non li fa sparire, ma quanto meno vengono un po’ minimizzati. Non ho notato brutte ripercussioni sulla mia pelle, tipo comedoni, bubboni o cose del genere. In caso di pelle secca o pellicine da disidratazione, queste tendono ad essere evidenziate. Per questo motivo io cerco sempre di esfoliare la pelle periodicamente ed idratarla adeguatamente. La durata non è eccellente, ma neanche malvagia. Ritoccando la base con un po’ di cipria durante la giornata, ci si può arrivare tranquillamente ad otto ore intatto.

Una cosa che ho notato e che non mi è piaciuta per niente è la sua resistenza all’acqua e alle lacrime. Non regge proprio. Ok, non è waterproof, ma mi è capitato che mi rimanessero delle strisciate o gocce in viso quando lacrimavo o bevevo da qualche fontana. Questa cosa mi ha sempre creato dei fastidi, perché posso capire che non resista chissà quanto, ma che rimangano i segni sul viso no. Vi giuro che in alcune situazioni era anche mooolto evidente.

Questa è la colorazione light ivory, la più chiara. Su di me tende un pelo a schiarire il viso, d’altro canto, non c’è alcuno stacco con il collo. Si tratta di un colore abbastanza neutro, non domina la componente gialla, ma neanche quella rosata.


SCHEDA PRODOTTO

  • Nome: Natural matte foundation NYC 
  • Reperibilità: presso gli stand del brand
  • Quantità: 30ml
  • PAO: 18M
  • Prezzo: 4,59€
  • Pro: pack pratico, prezzo, coprenza media, aspetto naturale e luminoso, non segna il viso, non è pesante sulla pelle
  • Contro: non resistente all’acqua, non dura tantissimo

In definitiva, lo ritengo un fondotinta di fascia super economica dalle prestazioni medie. Un fondo da tutti i giorni o per quelle situazioni in cui non si deve stare davvero tutta la giornata fuori casa. Non mi dispiace l’effetto naturale, luminoso ed uniformante, anzi è l’aspetto che ho più apprezzato. Trovo, però che abbia dei difetti su cui l’azienda debba lavorare per renderlo più valido. Ragion per cui una volta terminato acquisterò altro, magari uno dei fondi inseriti tra i prodotti prova.

Avete provato questo fondotinta? Come vi siete trovati? Quali fondotinta di fascia bassa hanno rapito il vostro cuore? Fatemi sapere 😉

12 commenti

    1. Io ho fatto un brand focus in merito, magari potrebbe tornarti utile. Comunque in generale, i prodotti labbra sono quelli più validi 😉

  1. Diciamo che fino a 2 anni fa al tigota,c’era l’espositore nyc,e fino a 5 anni fa lo trovavo anche da ovs…ora,il nulla!!:-((…diciamo che i prodotti da me provati non mi hanno mai fatto impazzire,quindi direi che è meglio così ;-).
    La stesura con le mani non la preferisco,ma pur di usare e finire un prodotto lo userei anche nei metodi che non preferisco…si presenta bene però…grazie per averlo recensito

    1. Com’è possibile che sia sparita ovunque?! Bisogna trovare i pezzi giusti secondo me, ci sono prodotti davvero molto validi, ma allo stesso tempo si possono beccare delle vere e proprie ciofeche!
      Io la trovo molto pratica, diciamo che mi secca sporcarmi le mani, perché mi tocca fare avanti e indietro per lavarle XD

  2. Nyc è troppo sottovalutato, alcuni prodotti sono delle vere chicche 🙂
    Se questo fondo tende a mettere in evidenza le pellicine temo che non faccia per me, ultimamente ho la pelle super disidratata che non perdona nulla 🙁

    1. Sì, decisamente sottovalutato. E’ vero che la gamma non è molto ampia, però alcune cose sono meritevoli d’attenzione…
      No, se la pelle è disidratata non va affatto bene per te. Io infatti quando devo usarlo, la sera prima cerco sempre di esfoliare ed idratare la pelle per bene.

  3. No, no! Non credo faccia per me, in genere ho sempre qualche pellicina e quindi preferisco i fondotinta che non le mettano in evidenza, ma soprattutto non starei tranquilla sapendo che l’acqua lascia i segni! Grazie per la recensione Ilenia! 🙂

    1. Ma infatti quello è un grosso limite. Pensa se uno si sbrodola con l’acqua e non può ritoccarsi il trucco nell’immediato… è praticamente costretto a stare con la faccia a chiazze O_o

  4. NYC è un brand che mi incuriosisce sempre. Avevo provato una loro palettina di ombretti in passato e l’avevo trovata valida. Come dici giustamente tu, però non se ne sente mai parlare in giro. Riguardo al fondotinta, sono piuttosto esigente. Ho diversi rossori e lentiggini da coprire e voglio un prodotto che mi faccia l’effetto pelle di plastica ^___^ , quindi penso che questo non faccia al caso mio. Specialmente se regge poco a contatto con l’acqua e soprattutto considerando che andiamo verso il caldo.
    Il colore però mi piace molto. Lo trovo proprio ben bilanciato. Fondi di fascia medio bassa direi che mi era piaciuto il Nude Magique di L’oréal.

    1. Io ho provato svariate cosine ed effettivamente ce ne sono alcune valide. Per quanto mi riguarda del brand preferisco i prodotti labbra. Non capisco come mai se ne parli così poco :-/
      A me piacerebbe trovare un fondo che uniformi bene, ma non faccio l’effetto mascherone e per il momento questo era quello che ci si avvicina di più, solo che ha dei grossi limiti per quanto riguarda la tenuta…
      Il nude magique dici? Me lo devo studiare 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.