Salve gente!

I dry shampoo Batiste, sono parecchio famosi, ma tra i blog italiani (soprattutto quelli che seguo) se ne parla davvero troppo poco. Personalmente da quando li ho scoperti, non riesco a farne a meno. Non a caso, nell’ordine Maquillalia ne ho presi tre: Cherry, Oriental e Wild. Anche se avevo già fatto la social review della versione Wild, ho deciso di parlarvene un pochino meglio.

dsc_0424

Piccola precisazione. I dry shampoo Batist e questi appartengono alla stessa casa produttrice, solo che per questioni di marchi depositati, in Italia vengono venduti i Batist in due versioni, mentre all’estero troviamo i Batiste con numerose versioni. Lo so, che probabilmente non ve ne importa nulla, ma i più attenti potrebbero aver notato la cosa e quindi mi pareva giusto specificarlo.

I dry shampoo Batiste sono dotati di un pack simile a quello dei deodoranti, con flacone in metallo e dispenser spray, il tutto completato da un tappo di plastica di color bianco-grigio satinato. Sul retro della confezione sono riportati il metodo di utilizzo ed i vari avvisi di pericolo, trattandosi comunque di un prodotto in spray. Per di più si tratta di un prodotto non testato su animali.

I flaconi sono disponibili sia nel formato da 200ml (quelli che posseggo io), che nel formato da borsa da 50ml, sicuramente utile per chi viaggia o deve star via tutto il giorno ed ha degli impegni importanti nel corso della giornata.

dsc_0433

Cosa non è il pack di questi prodotti?! No, dico le vediamo le confezioni?! Sono una gioia per gli occhi e rendono sicuramente più appetibile un prodotto spesso snobbato come lo shampoo a secco.

In particolare, la versione Cherry è caratterizzata da sfondo verde acqua e tante ciliegine, che richiamano appunto la profumazione. L’Oriental ha uno sfondo viola su cui sono riportati tanti fiorellini ed un pavone rosa, non chiedetemi perché, non sarei in grado di spiegarvelo. Infine, la versione Wild, con il pack maculato che a molti non piacerà, ma io trovo super carino.

Visto che hanno profumazioni diverse, gli ingredienti sono diversi e ve li posto comunque. Sia chiaro che non hanno INCI verde, lo faccio nel caso chi legga abbia allergia a qualche ingrediente.

dsc_0425

INCI Cherry: Butane, Isobutane, Propane, Oryza sativa (rice) starch, Alcohol denat., Parfum, Distearyldimonium chloride, Cetrimonium chloride.

Dunque il profumo di questo alla ciliegia, è bello fresco e fruttato. Probabilmente per alcuni può risultare un po’ troppo dolce. Non si sente particolarmente l’aroma della ciliegia, però non posso nascondere che un po’ lo ricorda. E’ quello che ho utilizzato maggiormente la scorsa estate proprio perché lo trovo fresco e non lo troverei molto adatto alla stagione fredda. Tra i tre è forse quello che a livello di profumazione, è maggiormente percepibile anche dopo diverse ore, ma non risulta comunque invasivo. Diciamo che ogni tanto si risente il profumo ecco.

dsc_0426

INCI Oriental: Butane, Isobutane, Propane, Oryza sativa (rice) starch, Alcohol denat., Parfum, Benzyl salicylate, Limonene, Citronellol, Butylphenyl methylpropional, Hexyl cinnamal, Linalool, Dystearyldimonium chloride, Cetrimonium chloride.

Definire la profumazione dell’Oriental mi risulta difficile dal momento in cui l’ho acquistato e tutt’oggi non riesco ancora a definirlo. Si tratta di un profumo un po’ più intenso del Cherry, e risulta più floreale che fruttato. Non risulta particolarmente dolce, ma neanche troppo speziato. Tra i tre è forse quello che potrebbe adattarsi meglio ai nasi difficili visto che non c’è una netta dominanza tra noti dolci e aspre/speziate.

dsc_0427

INCI Wild: Butane, Isobutane, Propane, Oryza sativa (rice) starch, Alcohol denat., Parfum, Butylphenyl methylpropional, Linalool, Limonene, Coumarin, Hexyl cinnamal, Dystearyldimonium chloride, Cetrimonium chloride.

E arriviamo a lui, il mio preferito di sempre. Dalla prima volta che l’ho provato mi ha conquistata tantissimo. Non a caso, sia io che mia sorella, in maniera del tutto casuale, lo andiamo a “sniffare”, solo per il gusto di sentirne la profumazione. Anche questo mi risulta difficile da spiegare, ma in termini di paragone, l’ho associato fin da subito al deodorante unisex al guaranà Intesa che adoravo durante l’adolescenza. E’ un profumo avvolgente, non troppo dolce perfetto per la stagione fredda. Insomma, è il mio preferito ma non saprei con che altre parole definirlo.

La cosa che mi ha conquistato di questi dry shampoo, oltre al pack, è di sicuro lo spray vero e proprio. Mi spiego meglio. Ho i capelli grassi che tendono a sporcarsi velocemente (soprattutto ora che li ho corti) e non voglio lavarli più di 2-3 volte a settimana, non perché non mi piacciano i capelli belli puliti e profumosi come appena fatti, ma semplicemente per evitare l’effetto rebound e quindi accentuare il problema lavandoli troppo spesso. Per cui spesso andavo di borotalco per volumizzarli e tirare un giorno in più, ma questo mi seccava la cute e comunque, nonostante le accortezze, sui miei capelli scuri scuri (si intravedono dalla foto dell’About me, in alto a destra) si notava comunque per cui non ero pienamente soddisfatta. Successivamente ho provato lo shampoo a secco Fructis, ma non mi ha entusiasmata granché perché la polverina non era particolarmente fine e comunque rispetto a questi il rapporto quantità/prezzo e qualità/prezzo è inferiore.

Questi qui invece, hanno una polverina molto fine e anche se tende ad imbiancare momentaneamente il capello, se usati come dicono le istruzioni, sparisce e dona l’effetto capello pulito e volumizzato.

dsc_0431

In particolare ho notato che spruzzando ad una distanza inferiore a quella indicata, tende ad imbiancare meno i capelli, ma anziché renderli più “puliti” (virgolettato perché comunque non li pulisce, è solo l’effetto) tende a renderli più pesanti ed unti. Al contrario, se si usa a 30cm di distanza, come indicato e lasciato agire qualche minuto, l’effetto imbiancante c’è, ma dopo aver spazzolato i capelli svanisce ed i capelli sono belli come appena lavati. Vi dico solo che una delle prime volte che l’ho utilizzato, Mr.L ha chiesto quando avessi trovato il tempo per fare lo shampoo, visto che non ne avevo avuto il tempo. Direi che dopo questa, l’efficacia è decisamente visibile.

In particolare ho notato, sperimentando, che se lo applico qualche oretta prima e lo lascio agire senza spazzolare i capelli dopo un minuto di posa, la resa è anche maggiore, per cui se li avete provateci e fatemi sapere se anche con voi è così.


Scheda Prodotto

  • Nome: Dry shampoo Batiste versione Cherry, Oriental & Wild 
  • Reperibilità: rivenditori online, come Maquillalia
  • Quantità: 200ml, ma disponibile anche versione da 50ml
  • PAO: non pervenuto
  • Prezzo: 4-6€, a seconda del rivenditore e delle offerte in corso
  • Pro: pack, profumazione, efficacia, non imbianca i capelli se usato adeguatamente
  • Contro: nessuno

Ovviamente dopo averlo usato, la sera stessa o il giorno dopo se non ho tempo, faccio lo shampoo. Non mi metto mica a spruzzarlo nuovamente! Si tratta di un prodotto salva vita in situazioni dell’ultimo minuto o comunque quando sentite di avere i capelli non sporchi, ma neanche come appena fatti come il giorno dopo lo shampoo e si vuole tirare un giorno in più, ecco. Tra l’altro l’azione volumizzante ed il fatto che i capelli risultino anche leggermente profumati sono dei valori aggiunti che mi fanno piacere ancora di più il prodotto.

[Edit 21/07/2017: grazie a Jessica del sito Review.Com ho avuto modo di leggere questa guida interessante riguardo i migliori dry shampoo presenti in commercio. Si tratta di una vera e propria ricerca, durata 45 ore, condotta in collaborazione con esperti del settore e non. Tra i migliori dry shampoo c’è anche il Batiste Original, per cui vi consiglio di andare a leggerla.]

Voi li avete mai provati? Quali dry shampoo avete provato e quali mi suggerireste? Che ne pensate di questa tipologia di prodotto in generale? Fatemi sapere 😉

b1c7d9da877d9667bccd07e47f827905