Maschere in tessuto Garnier HydraBomb: la mia esperienza con le tre varianti (Pelli secche e sensibili – Pelli miste e grasse – Pelli da dissetare)

Anch’io mi sono fatta travolgere dal fenomeno delle maschere in tessuto. Anche se nei prodotti prova del 2017 avevo citato le famosissime Tony Moly, non sono state le prime che ho provato. L’attesa alla cassa da Acqua&Sapone ha fatto sì che scorgessi le chiacchierate maschere in tessuto HydraBomb Garnier in offerta. La mia parte razionale mi diceva “Non ne hai bisogno – devi provare prima quelle Tony Moly”. La mia parte irrazionale e impulsiva ha preso il sopravvento. L’attimo dopo le prendevo tutte e tre per testarle e recensirle per i lettori del blog (ci crediamo, no?!).

Il pack di base è uguale per tutte e tre le versioni, bustina lucida con tutte le indicazioni del caso su fronte e retro. All’interno si trova la maschera in tessuto, molto imbevuta e con un lato protetto da un pannetto blu da rimuovere dopo aver poggiato la maschera sul viso. Nella bustina resta parecchia essence, per cui io la prelevavo con le dita e la picchiettavo sul collo e umettavo ulteriormente la maschera.

La maschera è piuttosto grande, infatti, dovevo ripiegarla nella parte tra collo e mento e mi ricopriva sopracciglia e parte della palpebra. Pur essendo imbevute di prodotto, le Hydrabomb non gocciolano e non si spostano da dove le mettete. Io riuscivo anche a lavorare al pc o guardare la TV senza problemi. Il tempo di posa dovrebbe essere di 15 minuti, ma io le lasciavo agire anche un paio d’ore, ossia fino a quando non si erano asciugate quasi completamente. Facendo così, ho notato che il pezzo tra naso e bocca, una volta assorbito buona parte del prodotto, perdeva aderenza, sollevandosi dalla pelle.

Vi dirò le differenze nel pack e nelle prestazioni descrivendole una per una.

Pelli secche e sensibili

Pack rosa, molto femminile con un bel fiore di camomilla nella parte laterale. Tra i principi di questa Hydrabomb troviamo estratto di camomilla, acido ialuronico e siero idratante.

Questo è l’INCI: Aqua, Propylene glycol, Glycerin, p-anisic acid, Benzyl alcohol, Benzyl benzoate, Chamomilla recutita flower extract, Dipotassium glycyrrhizate, Glyceryl acrylate/acrylic acid copolymer, Hydroxyethylcellulose, Mannose, Methylparaben, PEG-40 hydrogenated castor oil, Phenoxyethanol, Potassium hydroxide, Potassium sorbate, Propylparaben, PVM/MA copolymer, Sodium hyaluronate, Sorbic acid, Sorbitol, Xanthan gum, Parfum.

L’odore di questa maschera è abbastanza neutro, ma un pelo pungente. Tra le tre è quella che ho preferito maggiormente. Io l’ho applicata in tarda serata e mi sono stesa sul letto per rilassarmi come si deve. Dopo due ore di applicazione la pelle appariva molto idratata e particolarmente distesa. Mi sembrava di avere 5-6 anni di meno! Il mattino successivo mi sono risvegliata con la pelle ben idratata e le macchioline da brufolo attenuate.

Pelli miste e grasse 

Pack verde per questa Hydrabomb, caratterizzate da foglie di tè verde laterale. Tra i principi attivi troviamo estratti di tè verde, acido ialuronico e siero idratante.

Questo è l’INCIAqua, Propylene glycol, Glycerin, p-anisic acid, Camelia sinensis leaf extract, Citric acidDipotassium glycyrrhizate, Glyceryl acrylate/acrylic acid copolymer, Hydroxyethylcellulose, Limonene, Mannose, MethylparabenPEG-40 hydrogenated castor oil, Phenoxyethanol, Potassium hydroxide, Potassium sorbate, Propylparaben, PVM/MA copolymer, Sodium benzoate, Sodium hyaluronate, Sorbitol, Xanthan gum, Parfum.

L’odore che emana questa Hydrabomb è identico a quella per pelli secche e sensibili. Subito dopo averla applicata, ho accusato un leggero pizzicore nella zona delle sopracciglia. Rimossa dopo un’ora e mezza d’applicazione, lasciava la pelle levigata e dalla grana affinata. Al contrario di ciò che promette, però non ho trovato affatto che andasse a restringere i pori, anzi sembravano addirittura più aperti del normale. L’effetto riequilibrante l’ho riscontrato, infatti, il mattino seguente avevo la pelle leggermente lucida solo nella zona del naso, mentre di solito mi risveglio con la pelle più lucida. Ho notato dei piccoli difetti per questa versione. Prima di tutto la sensazione di pelle appiccicaticcia dopo averla tolta, inoltre, subito dopo la rimozione ho notato la comparsa di qualche brufoletto nella zona mento e guance.

Pelli da dissetare

Pack blu e chicchi di melograno nella parte laterale, per la versione per pelli da dissetare. In questo caso i principi attivi presenti sono estratto di melograno, acido ialuronico e siero idratante.

Questo è l’INCIAqua, Propylene glycol, Glycerin, p-anisic acid, Dipotassium glycyrrhizate, Glyceryl acrylate/acrylic acid copolymer, Hamamelis virginiana leaf water, Hydroxyethylcellulose, Limonene, Mannose, Methylparaben, PEG-40 hydrogenated castor oil, Phenoxyethanol, Potassium hydroxide, Potassium sorbate, Propylparaben, Punica granatum fruit extract, PVM/MA copolymer, Sodium benzoate, Sodium hyaluronate, Sorbic acid, Sorbitol, Xanthan gum, Parfum.

In questo caso l’odore è più pungente ed alcolico delle altre, per di più è la versione che mi è piaciuta meno. Appena applicata ho notato un pizzicore diffuso in varie parti del viso che è andato via via diminuendo. Rimossa dopo un paio di ore, ho notato la pelle più luminosa e dal colorito uniforme. Come per la versione per pelli miste e grasse, ho riscontrato l’effetto di pori dilatati rispetto alla norma e la comparsa di qualche brufoletto.


Scheda Prodotto

  • Nome: Maschera in tessuto Hydrabomb Garnier per pelli secche e sensibili, per pelli miste e grasse, per pelli da dissetare
  • Reperibilità: grande distribuzione
  • Quantità: una per bustina (32g)
  • PAO: assente
  • Prezzo: 2€ circa, a seconda del luogo e delle promo presenti
  • Pro: non si spostano dal viso, la versione per pelli secche e sensibili ha un ottimo potere idratante, schiarente e distendente, la versione per pelli miste e grasse ha un buon potere riequilibrante
  • Contro: in alcuni punti perdono aderenza man mano che si asciugano, le versioni per pelli miste e grasse e quella per pelli da dissetare fanno spuntare qualche brufoletto e pizzicano

E questo è quanto gente. In definitiva, riacquisterei quella per pelli secche e sensibili nonostante io abbia la pelle mista, ma le altre due le lascerei sugli scaffali. Volevo dirvi anche, se avete voglia di rimanere sempre aggiornati su ciò che pubblico sul blog, di seguirmi su Bloglovin’.

Avete provato queste famose Hydrabomb? Che ne pensate? Vi incuriosiscono o preferite quelle dei brand coreani? Quali sono le migliori maschere in tessuto che abbiate mai provato? Fatemi sapere 😉

6 commenti

  1. Io ADORO queste maschere della Garnier, continuo a comprarle e ricomprarle. L’unica che non ho provato è quella per pelli grasse, perchè la mia pelle è misto secca. La mia preferita invece è proprio quella per pelli da dissetare. Dopo l’applicazione la mia pelle è molto più tonica e davvero dissetata ^___^ oltre che distesa e luminosa. Io le tengo in posa massimo venti minuti e le uso o quando sono molto stanca, o quando ho bisogno di distendere un po’ la pelle.
    Oltre a queste mi piacciono molto anche quelle di Sephora. Le Tony Moly non le ho ancora provate. Prima o poi finiranno nelle mie grinfie.

    1. Quelle sephora non le ho mai provate. Quelle Tony Moly credo che al prossimo ordine su Maquillalia verranno a casina dalla mamma 😀
      Io invece ho trovato particolarmente distendente quella per pelli secche e sensibili. Ti giuro che, quando mi sono specchiata dopo averla rimossa, non riuscivo a crederci, sembravo davvero ringiovanita O_O

  2. Le ho recensite anch’io ma non sono ancora riuscita a provare quella per pelli sensibili. A me sono piaciute molto! soprattutto quella blu, nessun pizzicore o fastidio, probabilmente dipenderà dal tipo di pelle che ognuna ha. Nessun risultato a lunga durata tipo minimizzare i pori ecc…. non fanno miracoli a parer mio, ma le trovo una coccola da concedersi ogni tanto con piacere. Ogni tanto le ricompro volentieri!

    1. Beh sì, alla fine le esperienze con i prodotti sono sempre soggettive e dipendono da vari fattori. Essendo trattamenti monodose i miracoli non si possono aspettare, però sì, sono una coccola, specie con questo caldo. Almeno tenendole sul viso si sta un po’ più freschi XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.